Come stimolare il parto: induzione al travaglio e al parto con metodi naturali 

Come stimolare il parto? Ci sono dei metodi per indurre il travaglio naturalmente? I metodi per partorire prima hanno lo scopo di stimolare il travaglio e quindi le contrazioni. La naturale stimolazione del parto in alcuni casi è in grado di avviare il rilascio delle prostaglandine che innescano il meccanismo del travaglio. Scopriamo insieme come anticipare il parto con metodi naturali. Metodi naturali di induzione al parto Camminare Stimolazione dei capezzoli e del seno Doccia calda o impacchi caldi sul seno Fare sesso Scollamento delle membrane Svuotare l' intestino Olio di Enotera Tè di foglie di lampone Tisana zenzero e verbena Come stimolare il travaglio? Quando la gravidanza volge al termine e ancora non succede nulla è naturale chiedersi come indurre il parto con metodi naturali che possono incoraggiare il bambino a nascere senza dover ricorrere ad una induzione al parto farmacologica. Esiste uno studio del 2011 che approfondisce le tecniche naturali di induzione al parto denominato “Methods of Inductio of Labour: a systematic review” in cui vengono approfonditi i metodi naturali per accelerare il travaglio di parto. Vediamo quali sono queste tecniche che aiutano il travaglio di parto. Come partorire prima? Cammina Camminare è il rimedio più comune e più usato dalle donne per stimolare le contrazioni in maniera naturale, in realtà non vi sono studi scientifici che attestino l'efficacia che camminare stimola il parto anche se fare movimenti come camminare salire le scale stimola l’utero che di riflesso tende a contrarsi. Delle lunghe passeggiate stimolano ripetutamente l' utero e potrebbero far iniziare il travaglio di parto.
Uno studio del 2014 su 663 ha rivelato che il 30 % delle donne che aveva camminato prima di entrare in travaglio. Quindi meglio non stare a letto e fare un po' di sano movimento. Come indurre il travaglio con la stimolazione del capezzoli e del seno Quando i capezzoli vengono stimolati viene rilasciata ossitocina, l’ormone coinvolto nel travaglio.
Come stimolare i capezzoli per il travaglio? Procedete in questo modo : i capezzoli vanno presi con i polpastrelli delle dita e massaggiati in modo intenso per 1 minuto; fare una pausa di 2-3 minuti e ricominciate procedere in questa sequenza per uno, due ore. Si può effettuare un’auto-stimolazione oppure farsi aiutare dal compagno.
Il alternativa può essere usato il tiralatte. Indurre il parto naturalmente con doccia calda o impacchi caldi sul seno Un’ altro metodo utile per la stimolazione parto è fare delle docce calde.
L’ acqua calda aiuta a rilassare i muscoli di tutto il corpo e scioglie le tensioni favorendo l’inizio delle contrazioni.
Concedersi una doccia di almeno 20 minuti dirigendo il getto d’ acqua sui capezzoli stimola la produzione naturale di ossitocina. In alternativa alla doccia si possono fare degli impacchi caldi sul seno. Come farsi venire le contrazioni facendo sesso I rapporti sessuali per indurre il parto sono uno dei metodi più efficaci per stimolare il travaglio. Il piacere sessuale e l’orgasmo stimolano la produzione naturale di ossitocina e quindi la contrazione uterina, inoltre la penetrazione esercita una stimolazione meccanica sul collo dell’utero. La stimolazione dei capezzoli e del seno, che spesso fa parte del rapporto amoroso, causa la produzione di ossitocina endogena che a sua volta stimola l’ utero a contrarsi.
Infine lo sperma, che contiene prostaglandine naturali, aiuta ad ammorbidire e a far maturare il collo dell’ utero e far iniziare il travaglio.
Dopo il rapporto è consigliabile non mettersi subito in piedi ma assumere questa posizione: rimanere distese con le gambe sollevate in modo che lo sperma arrivi nella cervice. Agevolare e favorire le contrazioni per partorire con lo scollamento delle membrane Lo scollamento delle membrane è uno dei metodi naturali più utilizzati in ambito medico favorire il travaglio in maniera naturale ma può essere fatto solo dall’ ostetrica o dal ginecologo.
Ma come anticipare il travaglio scollando le membrane?

Attraverso una visita vaginale si fa percorrere un dito fra la cervice e si compie un giro a 360° per scollare le membrane intorno. Lo scollamento delle membrane viene eseguito in maniera lenta e delicata.
L’ Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda lo scollamento delle membrane a termine di gravidanza per ridurre l' utilizzo di interventi farmacologici per l’ induzione del parto. Come stimolare le contrazioni da parto svuotando l'intestino Svuotarle l' intestino facendo un un clistere o assumere l’olio di ricino aiuta la stimolazione del parto facendo partire le contrazioni.
I movimenti intestinali stimolano la produzione di prostaglandine parto, indispensabili per far maturare il collo dell’ utero e far iniziare e provocare il travaglio.
Va però sottolineato che qualsiasi tipo di lassativo o clistere va assunto sotto stretta sorveglianza e sotto consiglio della propria ostetrica e mai in autonomia. Come accelerare il travaglio con l'olio di enotera L’ assunzione di olio di Enotera facilita la maturazione e l’appiattimento del collo dell’utero e può essere paragonato alle prostaglandine.
L’ olio di enotera viene venduto in capsule da 500 mg e va assunto 3 volte al giorno per la prima settimana e 4 capsule al giorno fino al parto.
La somministrazione deve essere fatta a partire dalla 37 settimana e sotto stretto controllo controllo dell'ostetrica. Come favorire il travaglio con il Tè di foglie di lampone Vi sono dei rimedi fitoterapici naturali non nocivi per mamma e bambino che aiutano a tonificare l’ utero e rendere le contrazioni più efficaci.
Il più famoso è il tè di foglie di lampone, molto gustoso e utile anche per rilassarsi.

Preparazione: far bollire in un pentolino 200 ml di acqua, immergere all’ interno due pizzichi di foglie di lampone e lasciarlo in infusione per 10 minuti , filtrare e bere caldo.
Si raccomanda di assumere tre tazze al giorno di tè di foglie di lampone a partire dalla 36 settimana di gravidanza. Come avviare il travaglio con tisana zenzero e verbena La verbena è un rimedio erboristico molto antico, conosciuto fin dai tempi egizi, che veniva utilizzato dalle levatrici per la stimolazione del parto naturale. Gli studi moderni ne hanno attestato la sua efficacia

Come facilitare il travaglio con la tisana fatta in casa, ecco la ricetta. 1 litro di acqua 1 cucchiaio di verbena 1 bastoncino di cannella 10 chiodi di garofano 1 piccola radice di zenzero Far bollire nel litro di acqua la cannella, lo zenzero e i chiodi di garofano.
Togliere dal fuoco e aggiungere la verbena. Far raffreddare e filtrare. Se risultasse troppo amara si può aggiungere un po' di miele per evitare di aggiungere lo zucchero.
La tisana va consumata a piccoli sorsi durante l’ arco della giornata aiuta a favorire il parto I metodi naturali per indurre il parto aiutano a stimolare l'inizio delle contrazioni per favorire un parto naturale. Se sei a termine di gravidanza parla con la tua ostetrica, saprà guidarti su come agevolare il travaglio con i metodi naturali induzione parto ed evitare l' induzione parto con i farmaci e quindi il parto indotto. Mammamather ostetrica tascabile

Come stimolare il parto: induzione al travaglio e al parto con metodi naturali