Linguaggio segreto dei neonati: il Metodo EASY per la routine del neonato di Tracy Hogg

Il metodo EASY per creare una routine giornaliera del neonato è stato ideato dalla puericultrice Tracy Hogg che ne parla nel suo libro il linguaggio segreto dei neonati e poi nel libro il bambino tutte le risposte. Vediamo insieme Creare una routine nel neonato Cosa è il metodo E.A.S.Y ? La routine non è una tabella di marcia oraria. La routine EASY di notte Il libro il linguaggio segreto dei neonati di Tracy Hogg ci presenta un metodo rivoluzionario per i neonati conosciuto con il nome di routine EASY. Quando pensiamo ai neonati crediamo erroneamente che siano totalmente diversi dagli adulti. A noi grandi piace una vita strutturata in base alle proprie necessità, quindi una routine che dia certezza su come soddisfare i propri bisogni. Non vi è mai capitato che una modifica anche minima della routine giornaliera come cenare ad un orario diverso, dormire in un materasso nuovo o fare tardi a lavoro scombussoli completamente la vostra giornata? Per i bambini ed i bebè è assolutamente lo stesso. Quando si porta a casa un neonato è assolutamente necessario creare una routine strutturata che dovrà essere seguita dai neogenitori con particolare dovizia. Questa routine deve soddisfare 4 fondamentali bisogni che rispondono all'acronimo Easy ossia facile. Cosa è il metodo EASY ? Il metodo EASY è stato coniato dalla puericultrice Tracy Hogg che suggerisce una routine giornaliera del neonato composta da: E eat ossia mangiare A activity ossia giocare S sleep ossia dormire Y you ossia prendervi del tempo per voi stesse. Questo metodo non deve essere inteso come uno schema orario da seguire pedissequamente ma come una routine che da alle giornate una struttura contribuendo a rendere coerente la vita familiare di adulti e bambini. È preferibile iniziare la routine già dal rientro a casa e con costanza in modo che il bebè con il tempo impari che c'è un tempo per ogni cosa e tutto verrà naturale. Ripetendo si impara in modo completo ed efficace. EAT- MANGIA .La giornata del bebè inizia con un pasto , che a 6 mesi passa da alimenti completamente liquidi a liquidi e solidi. Se il bimbo segue una routine è meno probabile che mangi troppo o troppo poco ACTIVITY- ATTIVITA'. I neonati si consolano e si divertono facendo dei versetti e dei gorgoglii alle persone che si prendono cura di loro. Osservano, magari i disegni della tappezzeria del salotto o i colori di un giochino e crescendo aumenta l' interazione con l' ambiente che li circonda. Una routine strutturata impedisce che siano ipo-stimolati o ipe-rstimolati. SLEEP - SONNO. Il sonno aiuta i bimbi a crescere e dei bei pisolini durante la giornata li faranno dormire più a lungo anche di notte , perchè per dormire bene si deve essere rilassati. YOU- TU- Tempo per te . Se il vostro bimbo non segue una routine strutturata ogni giorno sarà diverso e imprevedibile. Lui non sarà tranquillo e voi non avrete neanche un momento per voi stesse. Facciamo qualche esempio su come strutturare una routine descritta nel libro il linguaggio segreto dei neonati Date da mangiare al piccolo, indipendentemente se lo allattare al seno o con l artificiale. Accertarsi sempre che il neonato dopo il pasto faccia un po' di pasto e non metterlo immediatamente a dormire in modo che piccolo non associ l'allattamento con il sonno. Se innescate questo meccanismo il bambino per addormentarsi chiederà sempre il seno perché lui è abituato a ciò. Dopo il movimento il bambino sarà pronto per la nanna quando il neonato dorme voi potrete passare alla fase You , ossia un tempo per te, per fare la doccia, prenderti cura della casa e degli altri figli e perché no dormire. Instaurare una routine da ai genitori la sicurezza di capire e comprendere il loro bambino e con il tempo imparare a distinguere i vari tipi di pianto e di bisogni nelle varie fasi della giornata. La routine EASY non è una tabella di marcia oraria. Molti genitori commettono l' errore di intendere la routine come uno schema orario senza tenere conto del temperamento del neonato e delle varie circostanze giornaliere. Tutti i bambini amano la routine ma alcuni si adattano meglio a lievi cambiamenti altri meno. Esempio un bambino pronto per la fase nanna può essere estremamente suscettibile ad una luce troppo forte, oppure ancora alcuni bambini hanno bisogno di un ambiente più tranquillo quando mangiano. Il temperamento del bambino è importantissimo e deve essere sempre preso in considerazione. I comportamenti che valgono per un bambino non soddisfano un altro bambino. Per questo consiglio ai neogenitori di tenere un taccuino dove annotare le cose importanti del piccolo, con il tempo sarà una fonte di preziose notizie. È ancora la routine non è una tabella oraria che prevede fasce di tempo prefissate. La routine deve essere concepita come una sequenza strutturata ma sempre modellata su vostro figlio. Esempio: il piccolo si addormenta normalmente alle 22.00, ma se un giorno lo farà alle 22.30 non vuol dire che sta venendo meno la routine, piuttosto è bene concentrarsi sul motivo per cui si addormenta dopo : ci sono troppi stimoli intorno? C'è Troppa luce? Imparate a leggere i segnali che vostro figlio vi dà, per esempio se sbadiglia e stropiccia gli occhi è pronto per la nanna ma cosa gli impedisce di addormentarsi? Il metodo EASY di notte L'obiettivo della routine notturna è quello di abituare il neonato che di notte deve dormire. Quindi prima di metterlo a letto cambiatelo, assicuratevi di spalmare sul sederino un bel po' di crema lenitiva. Se si sveglia per fame durante la notte, dategli la poppata e rimettetelo subito a dormire. Se commettete l'errore di attaccarlo al seno e lasciarlo addormentare ciucciando il neonato assocerà il seno alla nanna. Sicuramente i primi tempi usare questo metodo sembrerà più comodo sarà più per il neonato sarà una routine e una volta cresciuto per lui sarà normale chiudere il seno per dormire durante la notte. Siate fermi, con il tempo sarete ripagate. Mammamather Ostetrica tascabile

Linguaggio segreto dei neonati: il Metodo EASY per la routine del neonato di Tracy Hogg

Creare una routine nel neonato
Cosa è il metodo E.A.S.Y ?
La routine non è una tabella di marcia oraria.
La routine di notte