top of page

Ombelico neonato: pulizia, cura del cordone ombelicale. Quando vi è la caduta del moncone, infezione


Ombelico neonato? Per una mamma attenta come te ecco la guida che ti spiega come medicare il moncone ombelicale del tuo bambino, pulire la cicatrice dell’ombelico del neonato e sapere quando avvisare il pediatra se l’ombelico non cade, puzza, se vi sono secrezioni ombelicali maleodoranti, cosa fare in caso di infezione, se sanguina, se puzza o è arrossato



Ombelico neonato: pulizia, medicazione e caduta del moncone ombelicale.
Moncone ombelicale



Il cordone ombelicale del neonato


Il cordone ombelicale durante la gravidanza garantisce la sopravvivenza del feto fornendogli le sostanze nutritive, l'ossigeno ed eliminando le scorie.


Dopo la nascita del bebè, in seguito al taglio del cordone ombelicale, i vasi sanguigni che lo attraversano si chiuderanno in poco tempo e sulla pancia del neonato resterà attaccato il funicolo ombelicale di qualche centimetro chiuso con una morsetta (cord clamp) destinato a seccarsi e cadere dopo poco tempo.


Dopo che il cordone viene reciso inizia il processo di essicazione o mummificazione: il cordone si secca diventando duro e opaco fino a cadere spontaneamente.


Bene mamma, vediamo insieme come prenderti cura del moncone ombelicale del tuo bambino e riconoscere se qualcosa non va.


Moncone ombelicale dopo il parto


Il cordone ombelicale dopo la nascita è l’ultimo ricordo della vita in utero del tuo bambino e dopo il suo taglio necessita di essere pulito e medicato almeno una volta al giorno.


Un ombelico sporco potrebbe favorire l’infezione del moncone stesso e l’infiammazione della zona circostante.


Durante il ricovero, la medicazione del funicolo viene praticata dal personale ospedaliero ma, una volta a casa dovrai prendertene cura in modo che si secchi correttamente e si stacchi dalla pancia del neonato.


Ad ogni medicazione dovrai assicurarti che la cicatrice ombelicale non si arrossi e che tutto il processo di caduta del moncone avvenga in maniera ottimale


Pulizia del cordone ombelicale


Durante i primi giorni dopo la nascita nel moncone ombelicale si vede nettamente la gelatina di Wharton che gli conferisce un aspetto lievemente trasparente e dalla consistenza semi morbida.


Disinfettare il cordone ombelicale


Durante questa fase il cordone ombelicale va medicato con acqua ossigenata 12 volumi da utilizzare per igienizzare la base del cordone e con alcol per disinfettare solo il funicolo ombelicale.


Alcuni pediatri consigliano di non utilizzare alcun disinfettante per la pulizia del cordone, giudicando questa pratica ormai vecchia, sarà scelta vostra decidere o meno se utilizzare un disinfettante per il moncone ombelicale o nessuna sostanza per la detersione.


La medicazione del cordone ombelicale va fatta con una compressa di garza sterile imbevuta, pulendo in una prima fase la zona intorno al moncone in modo da rimuovere eventuali secrezioni presenti e poi tutta la lunghezza del cordone stesso.


Una frequente e attenta pulizia al cordone ombelicale previene il rischio di infezioni, infiammazioni e sepsi.


Dopo la disinfezione dell' ombelico del neonato


Dopo la disinfezione, il cordone ombelicale va avvolto in una garza sterile e tenuto fermo con una retina ombelicale da cambiare almeno una volta al giorno e tutte le volte che si sporca di urine o feci del neonato.


Con il passare dei giorni il cordone ombelicale diviene sempre più duro con una colorazione gialliccia, in questa seconda fase non è più necessaria la pulizia con alcool in quanto una medicazione prolungata che va a bagnare il cordone in essiccazione può ritardare il disseccarsi del moncone stesso.


Sarà sufficiente pulire la zona intorno all' ombelico del bambino dai vari residui e mantenerla asciutta e il più possibile esposta all' aria in modo fa favorire la disidratazione del cordone ombelicale e il distacco.


Dopo la pulizia il cordone va protetto con una garza sterile e se preferite da una reticella da cambiare spesso.


Medicare l'ombelico non provoca nessun dolore o fastidio al neonato.


Medicazione cordone ombelicale


Bene, vediamo come medicare il cordone ombelicale


Cura del moncone ombelicale passo passo

  • Lava e asciuga le mani;

  • Piega o apri le linguette del pannolino;

  • Pulisci la zona circostante all'ombelico con una garza imbevuta di acqua ossigenata o di soluzione fisiologica rimuovendo le secrezioni ombelicali;

  • Pulire solo la parte del moncone con una garza sterile imbevuta di alcol denaturato;

  • Lascia asciugare per qualche minuto all' aria il funicolo appena pulito;

  • Avvolgi tutto il segmento del cordone con una garza sterile asciutta.


Non preoccupatevi se il bebè durante la medicazione piange, non prova alcun dolore, è solo infastidito dal contatto con la garza o con le mani fredde della mamma.




Medicazione del moncone ombelicale e cambio del pannolino


Se il cordone ombelicale è tenuto asciutto ed esposto all'aria, la sua guarigione sarà più rapida quindi quando mettete il pannolino al neonato dovete avere qualche accortezza.


Per evitare che il moncone in mummificazione si bagni di pipì è bene piegare il pannolino sul davanti o tagliarlo in modo che non copra l’ombelico.


Nella fase in cui il cordone è ancora attaccato vestitelo con magliettine che potete alzare e abbassare facilmente invece delle classiche tutine intere in modo da evitare che il pannolino strisci sulla crosta dell’ombelico del neonato staccando le piccole crosticine che si formano nella zona peri ombelicale.


Se la garza in cui è avvolto il moncone si bagna di pipì o si sporca di feci potete lavare tranquillamente il cordone ombelicale con acqua corrente, ma subito dopo, asciugate per bene il cordone e la zona intorno all' ombelico con un asciugamano morbido e tenetelo per un po’ a contatto con l’aria.


Fatto ciò, avvolgete nuovamente il moncone secco nella garza sterile.

Cura del cordone ombelicale e bagnetto


Molte mamme si chiedono se si può fare il bagnetto al neonato con il cordone attaccato.

Una volta si diceva che fino a quando il moncone non cade non si debba fare il bagnetto al neonato, in realtà non è proprio vero.


Se il cordone non è staccato, il neonato può fare doccette o bagnetti veloci, dopo sarà sufficiente asciugare per bene l’ombelico del bebè e tenerlo esposto all' aria per far evaporare eventuali residui di acqua.


Rimane sempre il consiglio che per accelerare il distacco del moncone questi deve essere tenuto quanto più possibile asciutto.


Se il bebè non è veramente sporco o sudato si può optare per delle detersioni con la spugna in modo da preservare il distacco veloce del moncone.


Caduta cordone ombelicale


Quando cade il cordone ombelicale?


La caduta del cordone ombelicale è un processo spontaneo che non va mai forzato e generalmente avviene dopo 15 - 20 giorni dal parto.


Con il passare dei giorni la parte di moncone attaccata all' ombelico diventa sottile, dura e di colore nerastro.


Non è raro che intorno all' attaccatura dell’ombelico con il cordone si formi una sostanza giallastra e cremosa che non emana cattivo odore.


Si tratta del processo di mummificazione del cordone che è assolutamente fisiologico e normale.


Se il cordone non si stacca dopo molto tempo dalla nascita è bene avvisare il pediatra.

Quando si stacca il cordone ombelicale può comparire qualche goccia di sangue ma non bisogna preoccuparsi, è del tutto normale.


Dopo che il cordone cade bisognerà continuare a medicare per qualche giorno la zona della ferita fino alla sua totale cicatrizzazione.


La medicazione all' ombelico del neonato va fatta con una garzetta asciutta facendo attenzione a rimuovere le eventuali crosticine cadute.


In questa fase il pediatra potrà consigliare di mettere sulla ferita dell’ombelico qualche goccia di mercurio cromo o di spray cicatrizzante come il Katoxyn.

Cicatrice ombelicale, quando rivolgersi al pediatra?


Se si notano segni di infezione al moncone o il bambino prova dolore al tocco della parte è sempre bene avvisare il pediatra.


È necessario consultare il pediatra in queste circostanze:


  • Il cordone non è caduto dopo 20 giorni dalla nascita;

  • L'addome del neonato è arrossato con l’ombelico infiammato;

  • Il neonato prova dolore quando toccate la zona intorno all' ombelico;

  • Vi sono secrezioni ombelicali maleodoranti o di pus (di colore scuro, grigio-neo)

  • Trovate spesso tracce di sangue dall'ombelico.

Infezione dell'ombelico del neonato


La presenza di secrezioni ombelicali giallo verdastre è quasi sempre segno di infezione del moncone.


Se il neonato ha il cordone ombelicale che puzza con la fuoriuscita di liquido dall' ombelico è necessario sempre rivolgersi al pediatra.


Odorate frequentemente il cordone del vostro bambino: se l’ombelico puzza, è maleodorante è il segnale che qualcosa non va con la probabilità che vi sia un processo infettivo.

Sangue dall'ombelico


Qualche goccia di sangue dall'ombelico soprattutto quando si stacca è assolutamente normale, non è normale invece una perdita continua.


Se notate spesso tracce di sangue nella garza in cui è avvolto il cordone, controllate se la morsetta ombelicale è correttamente chiusa e consultate il pediatra in tempi brevissimi.


Ombelico gonfio e sporgente


Se una volta cicatrizzato lombelico del bambino assume una forma sporgente che diventa particolarmente evidente quando il neonato piange o si sforza si potrebbe trattare di un’ernia ombelicale.


L' ernia ombelicale del neonato non deve destare particolare preoccupazione perchè generalmente si risolve spontaneamente entro i primi due mesi di vita mettendo al neonato una cintura per ernia ombelicale.

Granuloma ombelicale


Se tra il moncone e l’ombelico del neonato appare un’escrescenza carnosa che produce una secrezione simile al pus si tratta di un granuloma.

Il granuloma ombelicale è un piccolo nodulo rossastro di dimensioni variabili da 1 mm a 1 cm, umido e rotondeggiante, situato fra le pieghe cutanee dell’ombelico, che si forma a seguito di un’infezione del cordone o ad un notevole ritardo nella caduta.

Il trattamento si basa nell' applicazione nel granuloma di una matita di nitrato d' argento che brucia la neoformazione, oppure applicando un preparato con zucchero salicilato sempre sotto prescrizione pediatrica.

Ombelico arrossato


Se la zona intorno all' ombelico è molto gonfia e arrossata potrebbe trattarsi di un'onfalite.

L' onfalite è un’infezione piuttosto rara dovuta ad un batterio, lo Staphylococcus Aureus che può provocare febbre al neonato.


La terapia antibiotica elimina rapidamente l’infezione ombelicale da onfalite.

Prodotti per la medicazione del moncone


Ecco i prodotti utili per la medicazione del cordone, cliccandoci potrai acquistarli.








Cara mamma spero che questa guida ti sia stata di aiuto, è normale sentirsi impacciata durante le prime cure al piccolo, vedrai che in poco tempo i gesti di ogni giorno diventeranno un momento di dolci coccole con il tuo bambino.


Non dimenticare di fidarti sempre del tuo istinto di mamma.

Per essere sempre informata iscriviti alla nostra news letter che trovi qui sotto e seguici su Instagram, non sarai mai sola.



Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.


Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi


  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita


Cosa aspetti fai subito la tua Lista nascita!


5.924 visualizzazioni
bottom of page