top of page

Diventare padre, come vivono la gravidanza i futuri papà

Sei in dolce attesa e il tuo lui sta per diventare padre?

Anche lui vive un momento ricco di emozioni e cambiamenti! Scopriamo come vivono la gravidanza i futuri papà, i loro sentimenti e come aiutarli nel passaggio da uomo a padre.


Sommario


Diventare padre, sentirsi padre, essere padre


Quando parliamo di gravidanza la prima cosa che ci viene in mente sono i sentimenti e le emozioni della futura madre.

Ma non dobbiamo dimenticare che ci sono anche i papà


La gravidanza per i futuri papà è certamente vissuta in modo meno fisico rispetto alla mamma ma racchiude un forte impatto emozionale e soprattutto mentale.


Durante i nove mesi di gravidanza il futuro papà deve affrontare quella che è chiamata la transizione da non genitore a genitore, o da genitore di un figlio a genitore di più figli.


Ma cosa significa fare il padre?


Fare il padre significa innanzitutto non fare la madre, il neonato non ha bisogno di due mamme, ha invece bisogno due modalità differenti di essere accudito creando due diversi tipi di relazione, madre e padre.


Il papà può e deve cambiare il pannolino, ma lo farà a modo suo, alla maniera di padre, facendosi guidare dalle sue emozioni e in risposta alle manifestazioni del bambino.


Diventare padre, quindi, non vuol dire solo svolgere dei compiti e delle funzioni, ma è qualcosa di molto più intimo e profondo.


Il neo-papà impara a fare il padre giorno per giorno e per farlo ha bisogno di sentire il pianto del bambino, di toccarlo e di accudirlo, ma alla sua maniera.


Altra cosa importante è il riconoscimento sociale della nuova figura di padre, da parte dei genitori, degli amici, dei colleghi e soprattutto della partner e futura mamma.



Diventare padre, come vivono la gravidanza i futuri papà
Diventare padre


Desiderio di diventare padre



Gli uomini di oggi e i futuri papà sono sempre più coinvolti nell' evento gravidanza, accompagnando la gestante in tutto il percorso.


Diventare padre, indipendentemente se a 50 anni, a 40 anni, a 30 anni o a 20 anni necessita di un coinvolgimento da parte della compagna.


Il futuro papà ha bisogno di partecipare alle visite prenatali, di aiutare nella nuova organizzazione della casa e di pianificare insieme alla gestante le decisioni che riguardano il bambino.


È un errore escludere il papà dalla gravidanza, definendola erroneamente come una cosa da donne.


È bene inoltre, che il padre in gravidanza sia reso partecipe della crescita del bambino dentro la pancia



La maggior parte degli uomini gestisce bene questo passaggio e in genere tutta l’ansia che provano si risolve prima che il bambino nasca.


Le ansie che alcuni uomini provano non sono rivolte al bambino in arrivo piuttosto alle paure sulla gravidanza e sulla salute della partner.

Quindi lasciatevi coccolare dal futuro papà.


Le basi dei genitori uniti nascono proprio nel periodo della gestazione, si inizia a camminare insieme distribuendo i pesi, parlando per trovare le soluzioni e a distanza di tempo questo coinvolgimento diventerà anche fisico con i bagnetti, le notti insonni, e i momenti di tenerezza.


Si metterà in pratica il fondamento e la base dei rapporti umani: dare e ricevere quello che oggi è definito come maternage paterno.





Sentimenti del futuro papà


Inizialmente i padri in attesa si sentono orgogliosi della loro virilità, che la gravidanza conferma, ma anche loro sperimentano sentimenti di ambivalenza come le gestanti, solo che tendono a tenere tutto dentro.


Va precisato che le paure e le incertezze degli uomini riguardo la gravidanza sono influenzati da molti fattori come:

  • la relazione con la partner;

  • precedenti esperienze con la gravidanza;

  • l’età;

  • la stabilità economica;

  • se la gravidanza è stata pianificata.

Quando un uomo apprende la notizia di essere un futuro padre inizia un processo di bilanci e pianificazione del futuro.


Gli uomini in attesa si domandano se saranno in grado di essere dei bravi genitori, se sapranno provvedere in maniera adeguata alla crescita del bambino e al sostentamento economico.


Padre in sala parto



Per generazioni i padri sono stati esclusi dal parto e dalla nascita del proprio bambino.

Il parto è un’esperienza unica e ciascun futuro papà dovrebbe poterla vivere in libertà, anche perché non esiste nella vita un evento di tale potenza emotiva.


La nascita del bambino rappresenta anche la nascita di un padre e se si può vedere questo evento si vivranno i primi momenti di paternità in maniera molto più consapevole.


Va sempre sottolineato che il papà non deve essere forzato ad entrare in sala travaglio e non dovrebbe sentirsi obbligato ad assistere al parto, potrebbe essere controproducente per la coppia.



Come aiutare il papà in gravidanza


Nell’ adattarsi al nuovo ruolo, il padre in attesa deve per prima cosa affrontare la realtà della gravidanza e compiere uno sforzo per guadagnarsi il riconoscimento di genitore dalla compagna, dalla famiglia, dagli amici, dai colleghi, dalla società e naturalmente dal suo bambino.



La madre in attesa potrà aiutare il compagno ad essere partecipe, e non solo un collaboratore.


L’esperienza di vivere insieme la gravidanza si può sviluppare solo se la donna la concepisce nella sua mente come la loro gravidanza, il loro bambino, e non come la sua gravidanza e il suo bambino.


Ad esempio, invitate il futuro papà ad accarezzare il pancione, è un modo naturale per entrare in contatto con il bambino.


Il papà può comunicare con il feto anche attraverso la voce, infatti, è stato scientificamente provato che il bebè riconosce la voce del papà dopo la nascita.


Il padre in attesa deve assumere il ruolo di padre così come la donna sviluppa il ruolo di madre.

Generalmente i padri che riescono meglio in ciò sono quelli a cui piacciono i bambini e sono eccitati dalla prospettiva di diventare padri, impazienti di allevare un bambino e sicuri della propria capacità di essere genitore.


Questi futuri papà vorranno essere presenti in tutti i momenti importanti della gravidanza e vorranno assistere al parto.

Il consiglio che mi sento di dare ai futuri genitori è tentare quanto più possibile di vivere insieme questo meraviglioso viaggio che porterà alla nascita di un bambino.


Si parte da un uomo e una donna, queste due entità si fondono per dare alla luce una nuova vita.


Parlare, confrontarsi, far emergere dubbi e paure non è segno di debolezza ma segno di affidamento alle cure e all’amore della compagna che rispetterà i tempi e i modi di questo passaggio da uomo a padre.




Tutto suo padre



Una frase che si sente spesso e che in realtà ha un fondamento scientifico.

Lo psicologo californiano Nicholas Cristenfeld effettuò un singolare esperimento proprio per dimostrare che la frase tutto suo padre corrisponde a verità.


Invitò un certo numero di persone a indicare quali fossero gli abbinamenti papà-figlio e mamma-figlio scegliendo tra un gruppo di lattanti, un gruppo di mamme e un gruppo di papà.


Sorprendentemente quasi tutti i partecipanti sono stati in grado di fare la giusta associazione padre figlio sbagliando invece l’associazione madre figlio.


Su questa base è stato riconosciuto che in media i neonati somigliano di più al padre, un’astuzia della natura che permette ai neo-papà di innamorarsi e identificarsi con il proprio bambino aumentando un innato desiderio di attaccamento e protezione.



Libri per chi sta per diventare padre


Preparati! Guida pratica per i neo papà



Un libro ironico e scorrevole che spiega le nozioni essenziali per crescere un bambino sano e felice.


I futuri papà impareranno tante cose sui bambini in modo buffo e divertente entrando a far parte in una confraternita di padri alle prime armi.



libri per i futuri papà


Niente panico! Come sopravvivere alla paternità


Un libro davvero bellissimo che tutti i futuri papà e neo-papà dovrebbero leggere.


Un vero e proprio viaggio sul mondo della gravidanza dal punto di vista della paternità, le fasi della gravidanza spiegate in modo semplice, l'organizzazione della casa, i pensieri e le paure fino ad arrivare al grande giorno in cui si diventa padre.



libri di paternità


Papà! Guida alla gravidanza maschile


Il libro racconta la gravidanza dal punto di vista maschile fornendo informazioni mediche e psicologiche che renderanno la vita del futuro papà più serena.

Il libro è stato pubblicato per la prima volta nel 2002 e da allora ad oggi è un best sellers letto da tantissimi papà di tutto il mondo.


libri per diventare padre


Mammamather

ostetrica tascabile


Per approfondire



Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.

Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi

  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita

  • Più di 100.000 prodotti per aiutarti dall'inizio della gravidanza.


Cosa aspetti fai subito la tua Lista nascita!



bottom of page