top of page

Pap test: papilloma virus, ascus e tumore alla cervice

Il Pap test dal suo inventore Papa Nicolau è uno screening femminile che serve ad individuare precocemente la presenza di tumori del collo dell' utero e di rilevare anomalie che vanno attenzionale. Spesso dopo il referto del pap test se sono state evidenziate anomalie è necessario eseguire esami diagnostici più approfondito come la colposcopi, la biopsia o l' isteroscopia diagnostica o operativa.

Pap test: papilloma virus, ascus e carcinoma alla cervice
Pap test: papilloma virus, ascus e carcinoma alla cervice

A cosa serve il pap test


Molte donne si chiedono perchè è così importante eseguire lo screening pap test ogni anno.

Il pap test oltre a rilevare la presenza di flogosi, infiammazioni, ipercheratosi e papillomavirus permette di rilevare anomali del collo dell'utero che sono spie della presenza di tumore alla cervice.

Ogni anno solo in Italia si registrano 3500 nuovi casi di carcinoma alla cervice e 1100 decessi per questa patologia.


Lavorando in una Unità Operativa altamente specializzata e d' eccellenza nel trattamento dei tumori dell' apparato riproduttivo femminile in questi anni ho visto donne affette da carcinoma alla cervice di tutte le età, provenienze e contesti.

Molte di queste donne avrebbero avuto prognosi migliori se solo si fossero sottoposte per tempo al rapido ed indolore PAP-TEST in modo da avere una diagnosi precoce ed intervenire subito, con alte possibilità di guarigione.

Il carcinoma alla cervice è subdolo, non da grossi sintomi e quando li da la malattia è in stato avanzato.

prepararsi alla visita ginecologica

Come si fa il pap test


Il PAT-TEST è un esame di screening ma non diagnostico che serve ad analizzare le cellule del collo dell'utero in modo da individuare precocemente alterazioni cellulari riconducibili al tumore della cervice.

L'esame viene eseguito ambulatorialmente ed è veloce e indolore.

  • In posizione ginecologica si introduce lo speculum che dilata le pareti vaginali e permette di visualizzare il collo dell' utero.

  • Delicatamente con una spatolina e con un piccolo spazzolino cytobrush si esegue il prelievo di un piccolo campione di cellule del collo dell' utero che verranno fatte analizzare.


Cosa si vede con il pap test


Mediante il PAP-TEST è possibile visualizzare alterazioni cellulari del collo dell' utero che possono essere riconducibili ad uno stadio molto precoce della malattia, in questo modo se c'è un sospetto si potranno eseguire esami approfonditi e delineare quadro clinico.


Il PAP-TEST oltre a permettere una diagnosi precoce del carcinoma del collo dell' utero è fondamentale per la diagnosi del virus HPV papilloma virus.

Il papilloma virus è una famiglia molto vasta di agenti infettivi.

Negli ultimi anni si è scoperto che dei particolari ceppi del papilloma virus sono responsabili del carcinoma del collo dell' utero ossia Hpv 16 E Hpv 18

Ritorno a dire che una diagnosi precoce permette non solo di curare le infezioni da Hpv ma anche di prevenire il tumore del collo dell' utero.

Non per ultimo il PAP-TEST permette di diagnosticare affezioni come la candida, la gardnerella, il trichomonas, infezioni virali, infezioni micotiche e infezioni batteriche che spesso causano prurito intimo.



Quando si esegue il pap test


Il Ministero della salute raccomanda l' esecuzione del pap test nelle donne dai 25 ai 65 anni ogni 3 anni e ad intervalli più brevi in base al quadro clinico.

L' esecuzione del PAP-TEST deve essere fatta:

  • lontano dalla mestruazione;

  • in un periodo compreso tra i 3 -5 giorni dalla fine della mestruazione e 3-5 giorni prima del flusso mestruale.

Si raccomanda l' astinenza dai rapporti sessuali di almeno due giorni prima dell' esecuzione del prelievo e inoltre nei 3-5 giorni che lo precedono evitare lavande vaginali e applicazione di ovuli.

Il Pap test può eseguito anche in gravidanza anzi è raccomandato sottoporsi allo screening durante il primo trimestre.

come si esegue il pap test e come si esegue il pap test
quando e come si esegue il pap test

Referto del pap test


I tempi di attesa del risultato del Pap test sono di 20 -30 giorni.

  • Pap test negativo : le cellule prelevate e analizzate del collo dell' utero sono risultate normali e quindi non è necessario alcun trattamento. Lo specialista valuterà quando è opportuno ripetere il pap test.


  • Pap test positivo: le cellule prelevate e analizzate del collo dell' utero hanno evidenziato delle anomalie. Le anomalie possono essere di varia natura come flogosi, infiammazione, presenza di papillomavirus, displasia.


Le anomalie possono essere di varia natura : dalla presenza di una semplice infezione a quadri più complessi.

Un referto positivo del test pertanto non significa la presenza di lesioni maligne ma solo che sono necessari ulteriori approfondimenti.

Consiglio sempre di far visionare il referto del pap test ad uno specialista che prescriverà la cura o gli esami necessari da eseguire per chiarire la presenza di malattia


Pap test anormale cosa significa


Vediamo nel dettaglio cosa vuol dire quando nella lettura del vetrino del pap test con il microscopio risulta la presenza di cellule alterate.


Alterazioni delle cellule squamose (cellule del rivestimento esterno della cervice o esocervice)

  • ASC-US (Cellule Squamose Atipiche di Significato Non determinato);

  • ASC-H (Cellule Squamose Atipiche, non possibile escludere HSIL);

  • SIL DI BASSO GRADO (Lesione Intraepiteliale Squamosa, LSIL) compatibili con lesioni di basso grado o displasia lieve;

  • SIL DI ALTO GRADO (Lesione Intraepiteliale Squamosa, HSIL) compatibili con lesioni di alto grado o displasia moderata/grave, carcinoma in situ;

  • CARCINOMA SQUAMOSO.

Alterazioni delle cellule ghiandolari (cellule del rivestimento interno della cervice o endocervice)

  • AGC (Cellule Atipiche Ghiandolari);

  • AGC verso neoplasia (Cellule Atipiche Ghiandolari per le quali non è possibile escludere la neoplasia) AIS (Adenocarcinoma In Situ) ;

  • ADENOCARCINOMA (endocervicale, endometriale, nos).


ASCUS Cellule squamose non determinate

Rappresenta l' anomalia più frequente del pap test e indica la presenza di cellule che hanno un aspetto atipico, ma che non sono riferibili ad una malattia specifica. Va sottolineato che raramente un asus è riferibile ad uno stato pretumorale piuttosto ad una infiammazione che va trattata con una terapia antiinfiammatoria. Molto spesso con il referto di ascus è necessario eseguire una colposcopia.


ASC-H Cellule squamose atipiche

Indica la presenza anormalità citologica simile all’ASC-US riferibile molto spesso ad una patologia più importante che va evidenziata con ulteriori esami diagnostici.


SIL di basso grado o displasia lieve

Rappresenta l' anomalia più frequente dopo l' ASCUS e indica la presenza di lievi cambiamenti nella forma e nella dimensione delle cellule squamose della superficie epiteliale. La presenza di displasia lieve nella maggior parte dei casi è associata alla presenza del virus HPV, Human Papilloma Virus.


Carcinoma squamoso

Il referto di carcinoma squamoso è molto raro e indica la presenza di cambiamenti cellulari riconducibili alla presenza di un tumore. In presenza di questo referto è necessario eseguire esami diagnostici approfonditi come l' isteroscopia e la biopsia.



AGC Cellule Atipiche Ghiandolari

È un referto piuttosto raro ed indica la presenza di alterazioni delle cellule ghiandolari che rivestono il canale cervicale e la cavità uterina. Va sottolineato che non è possibile determinare la sede esatta ossia endocervicale o endometriale e saranno necessari ulteriori esami come biopsia e isteroscopia.


AGC verso neoplasia .Cellule atipiche ghiandolari per le quali non è possibile escludere la neoplasia

Un referto poco frequente che indica la presenza di patologie importanti che vanno evidenziate con ulteriori esami diagnostici .


AIS Adenocarcinoma In Situ

Questo esito è molto raro e indica la presenza di severi cambiamenti delle cellule ghiandolari superficiali che rivestono in canale cervicale riconducibili all' adenocarcinoma.


Adenocarcinoma

Un referto molto raro che indica la presenza di severi cambiamenti delle cellule ghiandolari che rivestono il canale cervicale e la cavità uterina. Sarà necessario eseguire altri esami per valutare se si tratta di adenocarcinoma endocervicale, di adenocarcinoma endometriale, o di adenocarcinoma nos di cui non è possibile individuare la sede.

Mammamather

ostetricia e ginecologia tascabile


cerco un bambino


coppia dopo i figli consigli intimità


disostruzione vie aeree bambino



alimentazione sana

salute dell' apparato femminile


SESSUALITA'


mammamather ostetrica consigli mamme




858 visualizzazioni

Comments


bottom of page