top of page

34 settimane di gravidanza! Quanti mesi sono, peso feto. Sintomi, contrazioni, pancia dura e parto.



Sei arrivata a 34 settimane di gravidanza! Scopri le misure e il peso del feto. Come cambia il corpo materno alla 34 settimana di gravidanza; i disturbi maggiori come le contrazioni di Braxton Hicks, l’insonnia e l’aumento di peso materno. Segna gli esami da fare, come l’ecografia e come prepararti al parto.

Sommario

34 settimane di gravidanza quanti mesi sono?


Le settimane 34 di gravidanza iniziano alla 34 0 e si concludono alla 34 6 settimane.

Alla trentaquattresima settimana di gravidanza sei all' ultima settimana dell' ottavo mese e nel corso del terzo trimestre.


Lunghezza e peso feto 34 settimane gravidanza


Il feto alla 34esima settimana di gravidanza è lungo 45 cm.

Il peso feto a 34 settimane è circa 2146 gr.

Le dimensioni fetali sono aumentate e il feto è grande come un melone cantalupo.


Misure feto 34 settimane gravidanza

minimo

medio

massimo

circonferenza cranica

290

309

328

circonferenza addominale

270

298

324

lunghezza femore

61

66

71

diametro biparietale

83

90

98

Trentaquattresima settimana di gravidanza crescita e sviluppo del feto


A 34 settimane di gravidanza l'ottavo mese è quasi completato; il feto è cresciuto parecchio e continua a prendere peso di giorno in giorno.


Il bambino pesa più di due kilogrammi e se è un maschietto in questa settimana i suoi testicoli si abbassano dall' addome nello scroto.


La discesa dei testicoli si verifica in quasi tutti i feti, solo il 3, 4% dei bambini nasce con i testicoli ancora non scesi; la cosa non è preoccupante perchè di solito, tale spostamento, avviene entro il primo anno di età.


Le minuscole unghie fetali adesso sono cresciute fino alla punta delle dita e la testa del bebè è ricoperta da capelli morbidi e sottili.

I sensi del bambino alla settimana 34 hanno un notevole sviluppo; impara ad usare meglio gli occhi e il suo apparato uditivo ha un buon livello di efficienza.

È dimostrato che il feto riconosce la voce del suo papà e, più in generale, il bambino percepisce meglio i suoni gravi rispetto a quelli acuti e risulta infastidito dai rumori forti.

Il bebè a trentaquattro settimane di gravidanza è evoluto sia a livello fisico che cerebrale, tanto che, si possono notare delle forti reazioni alle voci familiari e il piccolo si può muovere rapidamente con accelerazioni del battito cardiaco.


Nel corso delle ultime settimane, la grande reattività fetale fa aumentare il suo bisogno energetico che per l’80% è coperto dai carboidrati e per il 20 % dalle proteine, per questo è importante che la mamma si nutra bene e con alimenti di qualità.


Quasi tutti gli organi del feto hanno ultimato la loro maturazione, eccetto i polmoni che non sono ancora adeguatamente pronti per la respirazione autonoma fuori dall' utero.


Le ossa sono sempre più dure, tranne che per la scatola cranica; la testa del feto deve rimanere morbida e flessibile per poter attraversare il canale da parto.


Le spinte propulsive delle contrazioni muovono in vagina la testa fetale, la quale si adatta ai diametri materni e attraversa il canale da parto per venire al mondo.


Le ossa craniche non si saldano fino a diverso tempo dopo la nascita, come pure le fontanelle che si chiuderanno dopo qualche mese del bebè.

Feto a 34 settimane di gravidanza
Feto 34 settimane di gravidanza

Posizione feto 34 settimane


A 34 settimane il bebè, di solito, assume la posizione definitiva per il parto, ossia la presentazione cefalica (a testa in giù), ma alcuni feti preferiscono stare in presentazione podalica o trasversa.


Se il feto si trova in presentazione podalica sarà necessario un taglio cesareo che sarà programmato per la data in cui il bambino è pronto per venire alla luce.


Anche se il feto dovesse trovarsi in presentazione cefalica vi potrebbero essere delle situazioni che richiederanno il parto cesareo, ad esempio, nel caso di una presentazione fetale di faccia o di fronte.


Va precisato che, questa indicazione, può essere rilevata solo al momento del travaglio poiché, la dilatazione del collo dell’utero consente una visita ostetrica in cui è possibile apprezzare la posizione della testa fetale.


Parto a 34 settimane


Nascere a 34 settimane rientra nel cosiddetto parto prematuro tardivo (dalla 34esima alla 37esima settimana).

Diciamo che una nascita alla 34 settimana non ha grossi rischi per il feto che, generalmente, necessita solo di essere monitorato e aiutato nella respirazione, qualora ne avesse bisogno.


34 settimana di gravidanza pancia dura


Se stai aspettando due bambini in una gravidanza gemellare alla 34 settimana, probabilmente, questo è il periodo in cui nasceranno i tuoi bambini, in quanto l’utero, notevolmente disteso, potrebbe iniziare ad esercitare una pressione verso il basso stimolando le contrazioni uterine.


Anche se la tua gravidanza è singola, l’aumento di peso del bebè in utero potrebbe causarti delle lievi contrazioni, denominate contrazioni di Braxton Hicks, che si manifestano con la sensazione di pancia dura e un fastidio simile a quello mestruale.


Nel corso di queste settimane le mamme iniziano a fare la prima esperienza di pesantezza al ventre, come se ti sentissi spingere verso il basso, con fitte all'inguine.


Nella maggior parte dei casi questi disturbi sono del tutto benigni ma, se il fastidio dovesse presentarsi con troppa frequenza, sarebbe bene sottoporsi ad un controllo ostetrico per escludere la presenza di utero raccorciato o minaccia di parto prematuro.

Da attenzionare anche le secrezioni dai genitali.


Generalmente, a termine di gravidanza, vi è un aumento delle perdite vaginali (leucorrea), che hanno un aspetto biancastro.


Se notate però che le perdite vaginali sono copiose e accompagnate da perdita di acqua o di muco, oppure le perdite assumono un colorito marrone, rosato o rosso vivo, avvisate tempestivamente il vostro ginecologo o la vostra ostetrica.


34 settimane di gravidanza sintomi materni


Ecco alcuni sintomi, fastidi e malesseri che una mamma alla settimana 34 potrebbe avvertire.

  • movimento fetale intenso e regolare;

  • aumento delle perdite vaginali;

  • stitichezza;

  • contrazioni di Braxton Hicks;

  • nausea e vomito (alcune mamme ne soffrono per tutti i nove mesi);

  • tensione e dolore alla pelvi o ai fianchi;

  • fitte occasionali all'inguine;

  • fiato corto a causa dell'utero che preme sui polmoni;

  • difficoltà a dormire;

  • aumento delle contrazioni di Braxton Hicks;

  • seno ingrossato con occasionali perdite di colostro dai capezzoli;

  • bruciore di stomaco, cattiva digestione, flatulenza e meteorismo intestinale;

  • mal di testa e capogiri occasionali (soprattutto se ti alzi di scatto o hai un calo di zuccheri);

  • congestione nasale e senso di intasamento dell’orecchio;

  • gengive sensibili che possono sanguinare quando ti lavi i denti;

  • prurito all’addome;

  • crampi alle gambe;

  • ombelico sporgente;

  • smagliature;

  • gonfiore alle gambe, ai piedi e al viso;

  • vene varicose alle gambe o alla vulva;

  • Inizi a pensare sempre più spesso al parto e provi eccitazione ma anche tensione al pensiero di diventare madre.

Corpo materno alla 34 settimana di gravidanza


A 34 settimane di gravidanza la punta dell'utero è 13 cm sopra l’ombelico e questi preme contro gli organi che lo circondano.


Le dimensioni del pancione sono in continuo aumento e alcuni gesti quotidiani diventano complicati se non impossibili come: allacciarsi le scarpe o abbassarsi per prendere qualcosa dal pavimento.


La grandezza dell’utero è la causa principale di tutti i fastidi materni che caratterizzano il terzo trimestre di gravidanza quali:

  • difficoltà a digerire;

  • acidità di stomaco;

  • difficoltà a respirare e ad espandere i polmoni;

  • incontinenza e necessità di urinare frequentemente;

  • stitichezza;

  • gambe gonfie per difficoltà del ritorno venoso.

L' utero in continua crescita e le mammelle ingrossate tirano la pelle procurandoti prurito e sensazione di stiramento; per evitare che si formino smagliature in questi punti mantieni la pelle ben idratata con olio di mandorle o creme elasticizzanti.


L’ ombelico materno diventa più grande ed estremamente sensibile al tatto, inoltre, spinto dalla pressione dell’utero, potrebbe uscire all' infuori.

Tranquilla, l’estroflessione dell’ombelico è solo un fatto momentaneo, dopo il parto il tuo ombelico tornerà normale.


Sollievo per il mal di schiena


Per quanto possibile, è necessario mantenere una corretta postura della colonna vertebrale, soprattutto per evitare intorpidimenti e formicolii alle gambe e alle dita.

Le mani potrebbero diventare gonfie così come faccia, caviglie e piedi.


È di notevole beneficio indossare una fascia che aiuti a sostenere il peso dell’utero.


Si può scegliere un modello a mutandina come la guaina Chicco, progettata in morbido tessuto elastico e regolabile, che dona il massimo sostegno senza comprimere l’addome.

Il prezzo è dai 29 ai 33 euro in base alla misura ma assicuro che sono davvero ben spesi.

Un' altro modello davvero ottimo, in caso di dolori alla schiena, è la cintura BABYGO che utilizza la tecnologia di micro-thread di altissima qualità per un supporto sicuro per mamma e bambino durante ogni trimestre di gravidanza.


La fascia minimizza il dolore alla schiena, al bacino e dolore all’anca perchè stabilizza la colonna vertebrale, solleva la pancia e incoraggia ad una postura corretta.

Il prezzo è di 24.99 euro


Come dormire in gravidanza?


In questa fase della gravidanza è importante riposare sul fianco sinistro in modo da evitare compressioni uterine sui vasi sanguigni sottostanti, che farebbero arrivare meno sangue al bebè.


Dormire sul fianco sinistro garantisce il maggior apporto di sangue al bambino; i cuscini possono aiutarti ad assumere la posizione di riposo consigliata.


L' acquisto del cuscino della gravidanza è utile soprattutto nell'ultimo trimestre, inoltre, sarà molto pratico durante l' allattamento.


Il bisogno di urinare frequentemente come il primo trimestre torna a farsi sentire, l’utero sempre più voluminoso comprime la vescica e quindi avrai incontinenza urinaria.


Fai un corso preparto


34 settimane sono il periodo migliore per seguire un corso di preparazione alla nascita.

Il corso preparto si focalizza sulla preparazione alla nascita, comprese le scelte sul parto come:

Puoi decidere di fare un corso in presenza oppure acquistare un libro di preparazione.


Noi di Mamma Mather ne abbiamo scritto uno per te che risponde a tutte le domande che una futura mamma si fa prima di partorire e accompagnandola nel ritorno a casa.

Il libro è in offerta speciale per te sia in versione è book che in libro cartaceo.


34 settimana di gravidanza peso mamma


L' aumento di peso ideale in questa fase della gravidanza dovrebbe essere compreso da 8 a 10 kg.


Alimentazione


La dieta della mamma in gravidanza deve essere attentamente controllata, sia per garantire il giusto nutrimento al bebè, sia per evitare di prendere eccessivo peso, cosa che in queste ultime settimane è molto facile.


Non è opportuno fare pasti pesanti ma sette spuntini giornalieri, vista la difficoltà della gestante nel digerire.

Scegli gli alimenti con cura e privilegia quelli necessari per una buona crescita del feto.


Per saperne di più: dieta in gravidanza


Ecografia di accrescimento 34 settimane


Nel corso della settimana 34 di gravidanza il liquido amniotico raggiunge il suo massimo livello e, nel corso delle settimane avvenire, pian piano inizierà a ridursi.


La placenta ha finito di crescere perciò, da adesso in poi, è bene controllarne l’efficiente funzionamento attraverso un esame ecografico chiamato flussimetria.


L' ecografia di accrescimento alla settimana 34 approfondisce inoltre la corretta crescita del bambino e la sua posizione fetale.



Flussimetria


La flussimetria fetale è un test non invasivo che sfrutta gli ultrasuoni per misurare le variazioni di flusso ematico che si verificano nella circolazione materno-fetale al fine di valutare la funzione placentare.


Le alterazioni del flusso di sangue placentare portano ad una sofferenza fetale cronica la cui conseguenza è spesso ritardo di crescita endouterino o la morte fetale.


Sul piano clinico, lo studio della flussimetria è utile per valutare e gestire quelle gravidanze con sospetto di insufficienza utero placentare prima che intervengano complicanze.


Esami da fare


Gli esami in gravidanza e i controlli alla trentaquattresima settimana possono variare in base allo stato di salute della gestante.

Sarà cura del vostro curante prescrivere le analisi necessarie.

  • Peso e pressione arteriosa

  • Emocromo completo, se i livelli di emoglobina sono inferiori a 10,5 g/100 ml considerare la supplementazione con ferro, se appropriata.

  • Esame chimico fisico delle urine (per verificare la presenza di proteine) ed urinocoltura

  • Glicemia

  • Transaminasi (AST e ALT oppure GOT e GPT)

  • Esami della funzionalità renale

  • Ferritina

  • Rubeo test (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Screening toxoplasmosi (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Citomegalovirus IgG e IgM (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Test di Coombs indiretto (nelle donne con Rh negativo va ripetuto ogni mese)

Trentaquattresima settimana gravidanza settimane e perdite vaginali


Le perdite vaginali liquide, lattiginose e mucose sono normali in gravidanza e prendono il nome di leucorrea.

La leucorrea ha lo scopo di proteggere il canale da parto dalle infezioni e mantenere un sano equilibrio batterico all’ interno della vagina.

Ecco una guida per regolarsi con le perdite vaginali in gravidanza:

  • Perdite bianche. Le perdite bianche non rappresentano un fattore di preoccupazione. Le mucose vaginali sotto l’effetto degli ormoni aumentano la produzione ghiandolare con incremento di secrezioni.

  • Perdite gialle. Le perdite gialle soprattutto se maleodoranti possono indicare un’infezione in corso.

  • Perdite rosate o marroni. Le perdite marroni o rosate meritano sempre un controllo ostetrico perchè possono esprimere la presenza di una minaccia di aborto.

  • Perdite di sangue rosso vivo. In caso di perdite di sangue è necessario recarsi al più vicino pronto soccorso ostetrico per valutare se la gravidanza è ancora in sede e vi è la presenza di un distacco.

Mammamather

ostetrica tascabile

Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.

Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi.

  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita


Comments


bottom of page