top of page

Come prepararsi ad un taglio cesareo programmato



Il taglio cesareo è un intervento chirurgico per via addominale che permettere al neonato di venire al mondo quando non è possibile per via vaginale

Vediamo insieme le indicazioni al taglio cesareo programmato, come prepararsi, la procedura chirurgica, l' anestesia e l' avvio dell'allattamento



Come prepararsi ad un taglio cesareo programmato
Come prepararsi ad un taglio cesareo programmato

Indicazioni al taglio cesareo


Ci sono alcune situazioni in cui non è possibile far nascere il proprio bambino in modo naturale ed è necessario ricorrere ad un taglio cesareo programmato.


Indicazioni al taglio cesareo:


  • presentazione podalica;

  • sproporzione feto pelvica;

  • placenta previa

  • patologie materne

  • patologie fetali

  • pregresso taglio cesareo


Va chiarito che il taglio cesareo è un intervento chirurgico a tutti gli effetti pertanto è necessario prepararsi, in particolare quando il cesareo è programmato, pianificando alcuni aspetti



Prepararsi al taglio cesareo


Il taglio cesareo per essere programmato richiede un' indicazione ben precisa per poterlo effettuare. Una richiesta materna di intervento sine causa non può essere accolta da nessun professionista in quanto eticamente e professionalmente non eseguibile .


Ecco le tappe per arrivare serene il giorno del taglio cesareo.


  • Durante gli ultimi controlli con il curante sarà fissata la data dell' intervento, vi invito ad approfittare di questo momento per chiarire i dubbi relativi

  1. alla procedura

  2. alla terapia per il dolore

  3. ai giorni di degenza

  4. al percorso post operatorio previsto dalla struttura dove eseguirete l' intervento.


  • Eseguite la visita anestesiologica approfondendo ogni punto che non vi è chiaro. Non abbiate paura di fare domande o esprimere incertezze. Il colloquio ha lo scopo non solo di valutare lo stato di salute dell' operanda ma anche di sciogliere ogni perplessità perché dovrete firmare un consenso alla procedura ed è un vostro diritto ricevere delle spiegazioni minuziose. Se assumete dei farmaci, ad esempio per l' ipotiroidismo o il diabete, chiarite se la terapia nel giorno dell'intervento subirà delle variazioni o delle sospensioni.


  • I genitori che hanno avuto una precedente esperienza negativa di taglio cesareo dovrebbero programmare un consulto ostetrico per ricevere chiarimenti e rassicurazioni al fine di vivere l’esperienza della nascita come un momento piacevole e gratificante.


  • Fate una lista delle cose che vi serviranno in ospedale, sia per voi che per il bimbo. Preparate i bagagli da portare in ospedale diversificando il borsone del neonato che porterete con voi in sala operatoria con i bagagli che vi serviranno nei giorni di degenza. A questo proposito potete consultare l' articolo su come fare il borsone del parto.


  • Preparate i documenti della gravidanza, gli esami eseguiti, le ecografie e un documento di riconoscimento valido vostro e del futuro papà..


  • Sistemate la casa di modo che al vostro ritorno avrete tutto a portata di mano e ben fornito. Sistemate la culla, completate la lista degli acquisti. Se non avete qualcuno che vi aiuti potete preparare in anticipo delle pietanze che si conservano in freezer in modo da dover solo scongelare e non stressarvi nel cucinare.


  • Se avete altri figli stabilite chi se ne dovrà prendere cura durante i giorni di degenza, avvisate i nonni e i parenti a essere reperibili in caso di necessità sopravvenuta.


  • Identificate una persona disponibile a farvi l' assistenza durante in giorni post intervento in ospedale. Non tutti gli ospedali permettono la presenza di un assistente ma nel caso sia consentito pianificate questo aspetto per tempo.



Prepararsi al taglio cesareo
Prepararsi al taglio cesareo

Il giorno prima del taglio cesareo


Alcune strutture prevendono il ricovero la mattina dell' intervento, altre la sera prima.


Fate un pasto leggero e attenetevi scrupolosamente alle ore di digiuno da solidi e liquidi prescritti

dall' anestesista.


Togliete ogni oggetto metallico: anelli, orecchini, fede, reggiseni con parti metalliche e quant' altro. Riponete tutto con cura per evitare che si smarriscono.



Procedura chirurgica e anestesia


Una volta entrati in sala operatoria verrete sistemate nel lettino e sarà eseguita l' anestesia.


L' anestesia può essere generale o spinale e la scelta su quale somministrare è condizionata da molti fattori. In linea di massima si esegue sempre l' anestesia spinale.

Dopo che l' anestesia ha fatto effetto si procede con la tricotomia e l' inserimento del catetere vescicale.

Da questo momento ha inizio l' intervento che in genere dura circa 30 minuti.


Pelle a pelle in sala operatoria
Pelle a pelle in sala operatoria
  • L'addome viene disinfettato e il chirurgo pratica un' incisione trasversale della cute.

  • Si procede via via ad aprire tutti gli strati:

  1. cute;

  2. sottocute;

  3. fasce muscolari;

  4. peritoneo( una membrana che avvolge la parte inferiore dell' utero).


  • A questo punto si incide l' utero e viene estratto il bambino

  • si clampa il cordone e si affida all'ostetrica che lo mostra alla mamma accostandolo al viso.


Poi il bambino viene affidato al neonatologo, che ne controlla lo stato di salute.


  • Intanto l'intervento prosegue. Si estrae la placenta, si pulisce l' utero e si procede a suturare tutti gli strati fino alla cute.

  • Si disinfetta nuovamente la cute e si chiude la sutura con un cerotto.


Pelle a pelle con il taglio cesareo


Nonostante la falsa credenza è possibile praticare il pelle a pelle con il taglio cesareo.

Grazie all' anestesia spinale la separazione madre bambino non è più necessaria, eccetto in casi limitati. In sala operatoria è possibile avvicinare il neonato al viso e al seno materno già mentre la madre viene suturata. Serve soltanto un ostetrica che posiziona il bambino e che lo sorregga e guidi il neonato a ciucciare senza intralciare l'intervento.


Avvio dell'allattamento con il taglio cesareo

avvio dell'allattamento con il taglio cesareo
avvio dell' allattamento con il taglio cesareo

Terminata l' operazione la mamma viene posta in un' area di osservazione insieme al neonato e all'ostetrica che ne valuterà lo stato generale e l' aiuterà ad avviare l' allattamento.


Via via l' anestesia sarà smaltita e se necessario si potrà iniziare la terapia del dolore.

Se tutto procede bene trascorse due ore dal parto la mamma sarà accompagnata in camera insieme al neonato.

Non vi è nessuna controindicazioni ad avviare l' allattamento subito dopo l' intervento.


Mammmather

ostetricia e ginecologia tascabile





si può fare sesso in gravidanza
nomi maschili eleganti
benefici del colostro
ogni quanto deve mangiare un neonato
come capire se un neonato mangia abbastanza
come tenere in braccio un neonato




6.864 visualizzazioni

1 Comment


Flavio Ranetti
Flavio Ranetti
Jul 18, 2021

Non so la differenza! Ma solo potrei dire che i cuccioli nostri sono il senso di vita. Mia moglie partorito al estero con precisione in una clinica Ucraina del prof <a href=""https://maternita-surrogata-centro.it"">Feskov</a> situata nella città di Kharkiv. Eseguendo il trattamento FIVET, e dirò di più che un ottima clinica. Personale eccellente. Grazie a loro oggi abbiamo la famiglia in completo.

Like
bottom of page