top of page

21 settimana di gravidanza! Misure lunghezza del feto sintomi ecografia esami pancia consigli

21 settimana di gravidanza, scopriamo cosa succede in questa settimana, quanti mesi sono, le misure del feto, i sintomi, l’ecografia, gli esami da fare e come capire che va tutto bene.


Sommario



21 settimane di gravidanza quanti mesi sono


La 21 settimana inizia alla 21+0 e si conclude alla 21+6 settimane.

Sei all’ ultima settimana del quinto mese di gravidanza e nel corso del secondo trimestre.


Misure del feto alla ventunesima settimana di gravidanza


Il feto a 21 settimane è lungo 26,7 cm e pesa 360 grammi circa.

Le dimensioni fetali sono simili a quelle di un melagrana.

21 settimana di gravidanza

Misure feto 21 settimane:

minimo

medio

massimo

circonferenza cranica

172

186

199

circonferenza addominale

147

162

177

lunghezza femore

32

35

39

diametro biparietale

48

52

57


Sviluppo del feto 21 settimane


Il feto di 21 settimane cresce a vista d’occhio e i suoi organi iniziano a specializzarsi.

Il sistema digerente del bimbo è più maturo e adesso riesce a far contrarre e rilassare l’intestino.


Il sapore del liquido amniotico di giorno in giorno è influenzato da ciò che la mamma mangia e il feto lo ingoia quotidianamente sia per idratarsi e nutrirsi ma anche per imparare a deglutire e digerire.


Si stima che il bebè in 24 ore più ingurgitare fino a 50 millilitri di liquido.

Le braccia e le gambe del bimbo adesso sono proporzionate al resto del corpo e le connessioni tra i neuroni e i muscoli controllano i movimenti; ciò significa che adesso il feto può fare movimenti molto più coordinati.

Feto 21 settimane
Feto 21 settimane

La crescita del cervello procede rapidamente, tuttavia non si completerà prima del termine del quinto anno di vita.


La cartilagine diffusa su tutto il corpo del feto adesso si sta trasformando in osso.

La pelle del bimbo è coperta da una sottile lanugine e da una particolare sostanza detta vernice caseosa che ha il compito di impedire che la cute del bebè si maceri a causa del continuo contatto con il liquido amniotico.


I reni fetali iniziano ad eliminare i prodotti di scarto.

Un feto alla 21esima settimana dorme 16- 20 ore al giorno intervallati da cicli di veglia.

Il sonno del bebè è per 50 % nella fase REM, in cui vi è un’intensa attività cerebrale che è fondamentale per la sua crescita psichica.


Cosa sente il bambino nella pancia?


I sensi del feto alla 21esima settimana si affinano sempre di più.


Sulla lingua sono spuntate le papille gustative, quindi, il feto riesce a gustare il sapore del liquido amniotico.

In uno studio si è dimostrato che il bimbo smette di deglutire se il liquido amniotico ha un sapore amaro, questo vuol dire che il bimbo riesce a distinguere nettamente un sapore dolce, da un sapore amaro, salato o piccante.


L’udito del feto a 21 settimane si specializza e adesso riconosce i rumori abituali come la voce di mamma e papà.


Partecipa alla vita familiare facendo capriole o dando calcetti alla pancia della mamma per segnalare la sua presenza.


Sente perfettamente le conversazioni, il canto materno e le melodie che la mamma gli farà ascoltare.


Le ramificazioni di cervello e nervi si sviluppano e migliorano nel feto il senso del tatto; il piccolo inizia a fare le prove generali toccando la consistenza del suo viso e del cordone ombelicale.


Movimenti fetali a 21 settimane


Generalmente la mamma di un feto di 21 settimane riesce a percepirne chiaramente i movimenti, anche se vi possono essere alcune gestanti che ancora non hanno sentito il primo calcetto.


Ciò non deve preoccupare, ci sono donne che fino a 23 settimane non avvertono nulla.


Un motivo di preoccupazione della gestante è la frequenza con cui sente i movimenti del bimbo dentro la pancia, tanto da chiedersi se è normale che il bimbo si muove tanto, o che si muove poco.

La frequenza dei movimenti a questa settimana non ha un significato preciso, ci sono bambini che si muovono tanto (per le mamme troppo) altri che si muovono meno.


Alcune mamme si preoccupano perchè un giorno sentono il bebè e il giorno dopo non lo sentono.

Nel corso del quinto mese i movimenti non hanno un significato ben preciso, sono sporadici e mutano di giorno in giorno.


Per saperne di più: quando si avvertono i movimenti fetali?



Gravidanza 21 settimane sintomi fastidi e malesseri


Rispetto alle settimane precedenti alcuni sintomi potrebbero affievolirsi, altri intensificarsi.

  • Maggiore energia;

  • nausea e vomito (alcune mamme ne soffrono per tutti i nove mesi);

  • indolenzimento al basso ventre e lungo entrambi i fianchi (perché i legamenti che ancorano l’utero nella pelvi si allungano);

  • seno ingrossato;

  • bruciore di stomaco, cattiva digestione, flatulenza e meteorismo intestinale;

  • mal di testa occasionali;

  • congestione nasale;

  • appetito vigoroso;

  • crampi alle gambe;

  • cloasma (macchie più scure sulla linea del viso);

  • comparsa della linea Nigra (iper-pigmentazione della pelle che parte dall’ombelico fino all’ osso pubico)

  • ombelico sporgente;

  • aumento della frequenza cardiaca;

  • orgasmo più facile o più difficile da raggiungere;

  • stitichezza;

  • emorroidi;

  • gonfiore alle gambe, ai piedi e al viso;

  • aumento delle perdite vaginali;

  • capogiri e svenimenti;

  • vene varicose alle gambe o alla vulva;

  • dolori alla schiena.

Per saperne di più: sintomi e rimedi dei fastidi in gravidanza


Che mal di schiena


Circa il 50% delle donne alla 21esima settimana lamenta mal di schiena e la sua comparsa è dovuta alla curvatura della colonna lombosacrale conseguente all’ingrandimento dell’utero.


Per non aggravare il dolore alla schiena evita lavori disagevoli di sollevamento e regola per quanto possibile l’altezza dei piani di lavoro in modo da evitare di doverti abbassare.


Per il mal di schiena sono di notevole sollievo gli esercizi posturali che rinforzano la parte inferiore del dorso oppure l’ausilio dell'agopuntura.


Mal di testa e giramenti di testa


Gli alti livelli di progesterone in gravidanza sono la causa di mal di testa e giramenti di testa.

Le pareti dei vasi sanguigni subiscono delle modificazioni a causa degli ormoni circolanti determinando emicrania o senso di vertigine.


Una volta accertato che il mal di testa non sia la conseguenza di patologie materne come, ad esempio, un aumento della pressione, il modo migliore per alleviarlo è concedersi del sano riposo in un posto tranquillo e silenzioso.


Al bisogno è possibile assumere una compressa di paracetamolo, vietati invece i farmaci antidolorifici e antinfiammatori come i Fans.


Per sapere di più: mal di testa in gravidanza


Pancia a 21 settimane: tonda o a punta


La pancia a 21 settimane è tonda, i fianchi sono più larghi e tutto il corpo sprizza di maternità.


La grandezza della pancia in gravidanza è molto variabile, vi sono gestanti che hanno una pancia ben visibile già dal terzo mese e donne al quinto mese con una timida pancia.


La forma della pancia non indica nulla sul sesso del bambino.


Secondo delle credenze popolari la forma della pancia, a punta o rotonda, indicherebbe che si è in attesa di un maschio o di una femminuccia.


Di attendibile in questa fantasiosa teoria non c’è assolutamente nulla e il modo migliore per sapere il sesso del feto è affidarsi alla vecchia e cara ecografia.


Dolori al basso ventre, contrazioni e pancia dura


Nel corso della gravidanza i dolori al basso ventre e le sporadiche fitte sotto la pancia sono generalmente fisiologici e dovuti allo stiramento dei legamenti uterini che ancorano l’utero alla pelvi.


Man mano che la gravidanza procede la mamma, oltre a questi doloretti, potrebbe avvertire la sensazione di pancia dura.


La pancia dura in gravidanza è un sintomo di contrazione uterina e si può accompagnare ad altri fastidi come mal di schiena, perdite marroni o rosa dalla vagina e dolore al ventre.

Le contrazioni non vanno mai trascurate perché potrebbero portare ad un aborto.

I segni e i sintomi del rischio di contrazioni pretermine sono:


  • contrazioni uterine che si presentano con una frequenza uguale o minore a dieci minuti con o senza dolore;

  • crampi moderati simili a quelli delle mestruazioni percepiti nell’ addome inferiore;

  • sensazione costante o intermittente di peso verso il basso;

  • dolore costante o intermittente anche di bassa intensità alla schiena;

  • crampi addominali con o senza diarrea.

21 settimane e perdite vaginali


Le perdite vaginali liquide, lattiginose e mucose sono normali in gravidanza e prendono il nome di leucorrea.


La leucorrea ha lo scopo di proteggere il canale da parto dalle infezioni e mantenere un sano equilibrio batterico all’ interno della vagina.


Ecco una guida per regolarsi con le perdite vaginali in gravidanza:

  • Perdite bianche. Le perdite bianche non rappresentano un fattore di preoccupazione. Le mucose vaginali sotto l’effetto degli ormoni aumentano la produzione ghiandolare con incremento di secrezioni.

  • Perdite gialle. Le perdite gialle soprattutto se maleodoranti possono indicare un’infezione in corso.

  • Perdite rosate o marroni. Le perdite marroni o rosate meritano sempre un controllo ostetrico perchè possono esprimere la presenza di una minaccia di aborto.

  • Perdite di sangue rosso vivo. In caso di perdite di sangue è necessario recarsi al più vicino pronto soccorso ostetrico per valutare se la gravidanza è ancora in sede e vi è la presenza di un distacco.


Ecografia 21 settimane, cosa si vede con la morfologica?


L’ ecografia nel corso della 20 settimana rappresenta la seconda ecografia prevista dal Sistema Sanitario Nazionale e viene chiamata ecografia morfologica o strutturale.


L’ ecografia morfologica ha lo scopo di valutare se lo sviluppo del bambino è regolare, la quantità del liquido amniotico e quali sono le condizioni e la posizione della placenta.

Lo studio della placenta è fondamentale per capire se l’organo materno è in grado di nutrire e ossigenare il bambino garantendone lo sviluppo.


Durante l’esame morfologico vengono valutati la morfologia degli organi fetali, lo sviluppo degli arti del bambino e la normalità del profilo fetale.


Nel corso di questa ecografia è anche possibile stabilire il sesso del nascituro.


Per saperne di più: ecografia morfologica


L'ecografia transaddominale (ecografia esterna) è quella da preferire in quanto il feto è abbastanza grande da essere visualizzato.


L’ ecografia transvaginale, viene eseguita nei casi in cui è necessario stabilire se il collo dell’utero è chiuso o se si è modificato raccorciandosi.



Esami da fare


Gli esami in gravidanza e i controlli alla ventunesima settimana possono variare in base allo stato di salute della gestante.


Ci sono gravidanze che richiedono analisi ed ecografie minime previste dal Ministero della Salute; altre gravidanze necessitano di uno stretto monitoraggio con esami aggiuntivi ed ecografie ravvicinate.


Sarà cura del vostro curante prescrivere le analisi necessarie.

Ecocardiografia fetale


L’ esame dell’ecocardiografia ha sostanzialmente due obiettivi: individuare prima della nascita le cardiopatie congenite e valutare la funzione cardiaca del feto.


Lo studio del cuore fetale si esegue mediante ultrasuoni con l’ausilio del color Doppler che evidenzia i flussi anormali provocati da alterazioni della struttura del muscolo cardiaco.

È importante che ogni gravida a rischio di avere un feto con cardiopatia si sottoponga a questo accurato esame.


La possibilità di diagnosticare prima della nascita una malformazione fetale permette di programmare il parto in un centro attrezzato per la patologia fetale.


Consigli e curiosità per la mamma in gravidanza


Sei a metà strada della gravidanza, e nel corso di questa settimana la parte superiore dell’utero arriverà all’ altezza dell’ombelico e il pancione sarà piuttosto visibile.


Il cambiamento del tuo corpo ti farà avere una maggiore consapevolezza riguardo la gravidanza e grazie ai movimenti del bimbo la gestazione sarà ancora più concreta.


Potrebbe tornare la voglia di intimità, infatti, l’aumento dell’irrorazione sanguigna di tutti i tessuti ti rende molto sensibile alla stimolazione.


Non c’è nulla di male a concedersi ai rapporti con il proprio partner, se non vi sono patologie la sessualità in gravidanza non ha controindicazioni.


Se sai già in sesso del feto inizia a pensare al nome maschile o al nome femminile che più ti piace, potrai iniziare a chiamare il feto con il suo nome già da ora.


Non sono infrequenti le sciatalgie.


Se le gambe e le caviglie sono gonfie meglio utilizzare calze a compressione graduata e sollevare le gambe una, due volte al giorno per almeno un’ora.


Ricordati di misurare frequentemente la pressione sanguigna.


Perché ho sempre caldo


La sensazione di caldo costante è data dagli ormoni che fanno aumentare il flusso sanguigno sulla pelle donandovi la sensazione di umido costante.


Se il clima è particolarmente caldo il vostro quadro peggiora.

Indossa abiti comodi e traspiranti (cotone e lino) e vestiti a strati in modo da poterli togliere a uno a uno quando hai caldo.


Provate ad entrare in un negozio oppure a dare un’occhiata in un sito internet, potete trovare una vasta scelta che vi sbalordirà.


Anemia


L’ anemia è molto comune in gravidanza e in particolare dopo la 20esima settimana, periodo in cui il volume di sangue materno aumenta e la quantità di ferro necessaria per produrre nuovi globuli rossi potrebbe determinare anemia.


Per prevenire l’anemia in gravidanza è utile mangiare cibi ricchi di ferro come carne e legumi e per aumentarne l’assorbimento si può introdurre nella dieta la vitamina C.

Se però gli esami ematochimici rilevano una grave carenza di ferro in quel caso il vostro medico potrà prescrivere un integratore di ferro per ristabilirne i normali livelli nel sangue.

Irritazione della pelle


Spesso in gravidanza la pelle diventa sensibile a prodotti che prima potevi usare senza alcuna reazione negativa.


Per prevenire utilizza per la beauty routine dei prodotti più delicati e rivolgiti al medico se persistono irritazioni o eruzioni cutanee.


Idrata la tua pelle


Durante la gravidanza la pelle necessita di idratazione e le zone della pelle sottoposte a stiramento, come ventre e seno, potrebbero fare molto prurito.


Mantieni la pelle del corpo sempre ben nutrita bevendo almeno due litri di acqua al giorno e consumando alimenti ricchi di vitamina E, che contribuiranno ad evitare fastidiosi inestetismi come le smagliature.


21 settimane e alimentazione


Da adesso in poi la fame sarà sempre maggiore e ciò potrebbe portarti ad un aumento repentino di peso.


Sarebbe opportuno aumentare non più di 250 gr a settimana per evitare l’instaurarsi di patologie come il diabete gestazionale e l’ipertensione.


Attenzione anche al sale contenuto nei cibi, consumare alimenti salati potrebbe provocare pressione alta e accumulo di liquidi nel corpo provocando edemi alle gambe, al viso e alle dita di mani e piedi.


Mangia in modo sano ed equilibrato scegliendo con cura gli alimenti, assicura a te e al bimbo vitamine e oligoelementi necessari per una buona salute.


Per saperne di più: dieta per la gravidanza da scaricare

Cosa mangiare e cosa non mangiare in gravidanza


Ecco dei suggerimenti per mangiare in modo corretto ed equilibrato in gravidanza:

  • Latticini: 250 ml al giorno

  • Proteine: 120 gr al giorno

  • Carboidrati: 170 gr al giorno

  • Frutta e succhi: da 2 a 4 porzioni (1 porzione riservata alla vitamina C)

  • Verdure e ortaggi: da 3 a 5 porzioni al giorno. Se consumi vegetali crudi lavali accuratamente sia per evitare di contrarre la toxoplasmosi (se non sei immune) sia per rimuovere residui di pesticidi e fertilizzanti presenti sulla buccia o nelle foglie.

  • Grassi con moderazione

  • Dolci: occasionalmente

  • Bevande: 2 litri di acqua il giorno, da evitare le bevande zuccherate.

  • Alcolici: vietati


Aumento materno di peso a 21 settimane



Il peso materno accumulato nel corso di settimana 21 dovrebbe essere dai 3, 5 ai 5 kg.


Mammamather

ostetrica tascabile



Leggi anche


Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.

Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi.

  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita

Cosa aspetti fai subito la tua Lista nascita!

897 visualizzazioni
bottom of page