top of page

31 settimane di gravidanza! Peso del feto. Sintomi e contrazioni. Mesi, ecografia e parto


31 settimane di gravidanza! Scopri la crescita il peso e le misure del feto, i sintomi della mamma, gli esami previsti alla trentunesima settimana, l’ecografia di accrescimento e tanti consigli di benessere e bellezza per la mamma incinta.


Sommario

31 settimane di gravidanza quanti mesi sono?


La trentunesima settimana gravidanza inizia alla 31 0 e si conclude alla 31 6 settimane.

A trentuno settimane sei all' ottavo mese e nel corso del terzo trimestre di gravidanza.


Lunghezza e peso feto 31 settimana gravidanza


Lunghezza feto 31 settimane 41,1 cm.

Peso feto 31 settimane circa 1502 gr.

Le dimensioni fetali sono aumentate e il feto è grande come un ananas.


31 settimana di gravidanza

Misure feto 31 settimane gravidanza

minimo

medio

massimo

circonferenza cranica

271

289

307

circonferenza addominale

246

269

292

lunghezza femore

55

60

65

diametro biparietale

77

83

90

Crescita e sviluppo del feto alla settimana 31 gravidanza


Alla 31 settimana di gravidanza sei ufficialmente entrata all' 8 mese, il bambino è cresciuto tanto e ha imparato a fare moltissime cose, riconosce le voci che lo circondano, reagisce agli stimoli e dalla pancia partecipa attivamente alla vita della famiglia, il suo cervello è in continuo sviluppo e sempre in attività.


Alla 31 settimana di gravidanza vi possono essere notevoli differenze di peso tra un feto e l’altro. Il peso fetale 31 settimane è in media 1300 grammi.

La velocità delle connessioni cerebrali del feto adesso è molto alta, infatti, riesce a fare movimenti sempre più precisi:

  • elabora informazioni;

  • segue la luce;

  • percepisce i segnali con tutti i cinque sensi.

A settimane 31 di gravidanza aumentano le ore di sonno del feto e in particolare quelle della fase REM, il che spiega il ritmo più regolare con cui percepite lo stato di veglia (i calci) e di sonno (tranquillità del vostro piccolo).


In questa settimana c’è un incredibile sviluppo dei polmoni fetali che d’ora in avanti saranno in grado di gonfiarsi adeguatamente e di produrre tensioattivi che eviteranno di far collassare gli alveoli man mano che il bimbo inizia a respirare dopo il parto.


La sostanza che i polmoni fetali producono si chiama surfattante, un elemento che subito dopo la nascita serve a non far aderire gli alveoli polmonari.


Le unghie del feto sono diventate lunghe, tanto che toccandosi potrebbe graffiarsi il viso.

Nel corredino è sempre bene preparare delle muffole per le manine in modo da evitare che il bimbo si graffi con le unghiette.



Posizione del feto alla trentunesima settimana


Alla 31 settimana di gravidanza il bebè di solito assume la posizione definitiva del parto ossia la presentazione cefalica (a testa in giù), ma alcuni feti preferiscono stare in presentazione podalica o trasversa e mantenerla per tutta la durata della gravidanza.


Adesso e fino alla 32ma settimana il feto ha ancora possibilità di muoversi piuttosto agevolmente perchè lo spazio a sua disposizione non è ancora ristretto da impedirglielo.


Partorire a 31 settimane


Anche se i polmoni fetali sono maturati moltissimo ancora non sono sufficientemente prepararti a respirare in maniera totalmente autonoma, per questo se vi fosse un parto prematuro a quest'epoca gestazionale sarà necessario mettere il neonato nella termoculla incubatrice in modo che venga assistito in maniera adeguata.


Il feto a 31 settimane ha alte probabilità di sopravvivenza, inoltre le moderne tecniche di assistenza al neonato prematuro presso le TIN (terapia intensiva neonatale) aiutano considerevolmente il feto a non riportare disabilità e danni permanenti.


Al fine di contrastare un prematuro parto a 31 settimane è bene che la futura mamma impari a riconoscere i segni di travaglio prematuro, un intervento precoce infatti potrebbe evitare un raccorciamento del collo dell’utero e mettere in pratica delle terapie che contrastano le contrazioni.


I segnali di parto prematuro sono:

  • Crampi persistenti simili a dolori mestruali talvolta accompagnati da nausea, diarrea e acidità;

  • Contrazioni regolari e dolorose che non si attenuano avvertite come sensazione di pancia dura e fitte al basso ventre simili ai dolori mestruali;

  • Dolore o pressione costante nella zona lombare e mal di schiena;

  • Modificazione delle perdute vaginali che diventano acquose o striate di marrone, rosa o di sangue;

  • Gocciolio costante o fiotto di liquido che esce dalla vagina che fanno pensare ad una rottura delle acque.

immagine e foto del feto a 31 settimane di gravidanza
Feto 31 settimane di gravidanza

Conteggio dei movimenti fetali a settimana 31

Quando si parla di movimenti fetali le mamme sono sempre in apprensione:

il bambino si muove tanto? Il bambino si muove poco?


La mamma può verificare che vada tutto bene dentro il pancione attraverso i conteggi dei movimenti fetali.

La conta dei movimenti del feto può essere fatta dalla mamma due volte al giorno:

  • Al mattino quando i movimenti sono meno frequenti;

  • Alla sera quando il movimento del feto aumenta.

Ecco come contare i calci del bambino:

  • Controllate l’orologio e iniziate a contare i movimenti del bambino di qualsiasi tipo (calci, capriole, frusci).

  • Quando ne avete contati dieci fermatevi.

  • Se dopo un ora non avete ancora contato dieci movimenti, bevete un succo o fate uno spuntino, camminate o muovete la pancia, poi stendetevi e continuate a contare.

  • Se dopo 2 ore non avete ancora raggiunto i 10 movimenti fetali contattate il medico.

Anche se l’assenza di movimento non significhi necessariamente che si siano problemi è bene valutare che vada tutto bene.


Per saperne di più: movimenti fetali?


Sintomi fastidi e malesseri alla trentunesima settimana di gravidanza


Rispetto alle settimane precedenti alcuni sintomi potrebbero affievolirsi, altri intensificarsi.

attività fetale più evidente;

  • aumento delle perdite vaginali;

  • contrazioni di Braxton Hicks;

  • nausea e vomito (alcune mamme ne soffrono per tutti i nove mesi);

  • indolenzimento al basso addome e lungo i fianchi (per lo stiramento dei legamenti che sostengono l’utero);

  • bruciore di stomaco, cattiva digestione, flatulenza e meteorismo intestinale;

  • mal di testa e capogiri occasionali (soprattutto se ti alzi di scatto o hai un calo di zuccheri);

  • congestione nasale e senso di intasamento dell’orecchio;

  • gengive sensibili che possono sanguinare quando ti lavi i denti;

  • prurito all’addome;

  • crampi alle gambe;

  • comparsa della linea Nigra (iper-pigmentazione della pelle che parte dall’ombelico fino all’ osso pubico)

  • ombelico sporgente;

  • smagliature;

  • stitichezza;

  • gonfiore alle gambe, ai piedi e al viso;

  • vene varicose alle gambe o alla vulva;

Consigli e curiosità per la mamma in gravidanza


All'ottavo mese di gravidanza l'aumento di peso materno non dovrebbe mai superare i 10 kg.

Per evitare di prendere troppo peso se non vi sono particolari controindicazioni come minaccia di parto pretermine o raccorciamento della cervice, fai una vita attiva.


Se non hai indicazioni a stare a riposo per motivi ostetrici è bene fare qualche passeggiata all' aria aperta, sia per fare movimento sia per rilassarti.

Puoi fare yoga, nuoto o esercitarti nella respirazione, che è di grande aiuto al momento del travaglio.

Gli esercizi di respirazione puoi farli da sola o con l’aiuto del partner e ti consentono di imparare a controllare la respirazione per gestire il dolore della contrazione.


Organizza la casa per l’arrivo del bebè?


Dove metterai il fasciatoio, la culla e i vestitini del bebè?

Pensa a come organizzare la casa per l’arrivo del piccolino, dove dovrai sistemare la culla e tutte le cose del bambino.


Per prima cosa fai una lista delle cose che realmente ti servono e cerca di dargli un posto all' interno della tua casa.


Informati sulle misure e sui materiali di fabbricazione dei vari oggetti, puoi predisporre tutto in modo che si abbini in modo armonico con il tuo mobilio.



Contrazioni, pancia dura e fitte


Alla 31 settimana potresti avvertire qualche dolore al basso ventre, si tratta delle contrazioni preparatorie di Braxton Hicks, la pancia si indurisce con un dolore simile a quello mestruale.


Le contrazioni preparatorie non devono essere ravvicinate e frequenti, ad esempio se durante la giornata avverti uno o due dolori alla pancia, in linea di massima non vi è pericolo; se invece dovessi avere dei dolori frequenti e ravvicinati sarebbe necessario fare un controllo ostetrico in tempi brevi per valutare la dilatazione del collo dell’utero e la presenza di minaccia di parto pretermine.


Sbalzi di umore


Sono frequenti i cambiamenti repentini d’ umore accentuati dagli alti livelli ormonali.

I livelli di progesterone aumentano favorendo il senso di spossatezza con articolazioni rallentate, tanto che potresti avere difficoltà a cambiare posizione durante la notte.


Questo senso di appesantimento ti potrebbe causare insonnia; assicurati di posizionare nel letto dei cuscini che ti facciano assumere la posizione più comoda possibile. L' acquisto del cuscino è raccomandato soprattutto nell' ultimo trimestre di gravidanza inoltre sarà molto utile durante l’allattamento.


Il bisogno di urinare frequentemente come il primo trimestre torna a farsi sentire, l’utero sempre più voluminoso comprime la vescica e quindi potresti avere difficoltà a trattenere la pipì il che durante la notte potrebbe rendere il tuo sonno frammentato.


Potresti avere la sensazione di fiato corto e stancarti facilmente quando fai movimento.

Le mani e i piedi potrebbero gonfiarsi, evita di mangiare cibi molto salati e bevi tanto per contrastare la ritenzione idrica.


Non dimenticare di togliere anelli e bracciali che potrebbero causare dei disturbi alla circolazione.

Possono comparire vigorose le alterazioni cutanee quali smagliature, acne, rossore delle palme delle mani e dei piedi, queste alterazioni fatta eccezione per le smagliature spariranno subito dopo la nascita del bambino.


A trentuno settimane di gravidanza ci possono essere dei cambiamenti nella grandezza e nella forma del seno per la preparazione all’ allattamento.


Le ghiandole all’ interno delle mammelle producono colostro, una sostanza giallastra spessa e cremosa.


Detergi il seno con acqua e un sapone delicato per evitare di seccare la delicata pelle dei capezzoli, poi asciuga tamponando.


Fai un corso preparto.


31 settimane sono il momento migliore per iniziare un corso di preparazione alla nascita.

Il corso preparto si focalizza sulla preparazione alla nascita, comprese le scelte sul parto come:

Puoi decidere di fare un corso in presenza oppure acquistare un libro di preparazione.

Noi di Mamma Mather ne abbiamo scritto uno per te che risponde a tutte le domande che una futura mamma si fa prima di partorire e accompagnandola nel ritorno a casa.

il libro è in offerta speciale per te sia in versione e book che in libro cartaceo.



Prepara la borsa per l’ospedale


A 31 settimane avere pronta la cosiddetta valigia per il parto nel caso sia necessario doversi sottoporre ad un ricovero nel corso della gestazione. In genere le ostetriche del reparto maternità forniscono un elenco dei capi necessari alla mamma e al neonato. Nel caso tu non abbia la lista puoi scaricarla cliccando qui.



Le cose per la mamma da preparare per un eventuale ricovero sono essenziali e sono costituite da:

  • Tre camicie da notte;

  • Quattro paia di mutandine;

  • Due reggiseni;

  • 1 pacco di assorbenti;

  • Una vestaglia;

  • Tre paia di calzini;

  • 1 paio di pantofole;

  • Tre asciugamani;

  • Prodotti da toletta;

  • Un sacchetto di plastica per riporre gli indumenti sporchi.

31 settimane di gravidanza peso materno


Il fabbisogno calorico di donna incinta al terzo trimestre di gravidanza è tra le 2000 e le 2400 calorie giornaliere.


In caso di sovrappeso le calorie consigliate possono diminuire ma in ogni caso non si deve mai scendere al di sotto di 1400 calorie al giorno.

A 31 settimane l’aumento di peso ideale della mamma oscilla dai 7,5 ai 10 kg


Alimentazione in gravidanza 31 settimane


L' alimentazione in gravidanza deve avere un occhio di riguardo a due fattori

  • qualità

  • quantità.

Per qualità si intende che, oltre a possedere soddisfacenti caratteristiche organolettiche, il cibo deve essere sano e certificato nonché adatto dal punto di vista nutrizionale alle esigenze di chi aspetta un bambino.


Per far ciò mantieni l’equilibrio la base della nutrizione ossia:

  • glucidi,

  • proteine,

  • vitamine,

  • sali minerali.


Evita le diete squilibrate, caratterizzate dall' introduzione di troppe proteine o carboidrati, oppure prive di sostanze indispensabili come gli amminoacidi.


Ecografia 31 settimane


Tra la settimana 30 di gravidanza e la 32esima dovrai effettuare la terza ed ultima ecografia di routine chiamata ecografia di accrescimento.


Questa terza ecografia serve a valutare la crescita fetale e ricercare possibili patologie degli organi interni del bambino.


Sempre attraverso lo studio ecografico si controlla:

  • se la placenta sta funzionando bene o vi sono delle anomalie

  • si misura la quantità di liquido amniotico presente all' interno della sacca amniotica.



Esami da fare


Gli esami in gravidanza e i controlli alla trentunesima settimana possono variare in base allo stato di salute della gestante.

Sarà cura del vostro curante prescrivere le analisi necessarie.

Fibrinogeno


Il fibrinogeno è un fattore della coagulazione (fattore I) ossia una proteina necessaria al meccanismo di coagulazione.


Il fibrinogeno è prodotto dal fegato e quando l’organismo ne ha la necessità entra in circolo insieme agli altri fattori del coagulamento, la cosiddetta la cascata della coagulazione che termina con la formazione della fibrina.


L’esame del fibrinogeno misura il tempo necessario alla formazione del coagulo di fibrina.

Se il coagulo impiega troppo tempo per formarsi, la concentrazione può essere inferiore al normale o il fattore potrebbe non funzionare bene; quando invece il livello è più alto del normale aumenta il rischio di formazione di trombi che, con l’andare del tempo potrebbero contribuire ad aumentare il rischio di patologie cardiovascolari

Vaccino pertosse


Il Ministero della Salute raccomanda la somministrazione del vaccino Tdap (difterite, tetano e pertosse) alle donne in gravidanza tra la 27esima e la 36 settimana di gestazione.


Ma perché questa raccomandazione? Il vaccino pertosse in gravidanza è pericoloso?


Il vaccino serve a proteggere il bambino quando nasce, i neonati infatti sono vulnerabili alla pertosse, una malattia contagiosa che può arrecare danni polmonari al feto e persino la morte.


Finché il neonato non farà le vaccinazioni contro questa malattia saranno gli anticorpi della mamma, ricevuti nel corso della gravidanza e poi con l’allattamento, a proteggerlo efficacemente


31 settimane e perdite vaginali


Le perdite vaginali liquide, lattiginose e mucose sono normali in gravidanza e prendono il nome di leucorrea.

La leucorrea ha lo scopo di proteggere il canale da parto dalle infezioni e mantenere un sano equilibrio batterico all’ interno della vagina.

Ecco una guida per regolarsi con le perdite vaginali in gravidanza:

  • Perdite bianche. Le perdite bianche non rappresentano un fattore di preoccupazione. Le mucose vaginali sotto l’effetto degli ormoni aumentano la produzione ghiandolare con incremento di secrezioni.

  • Perdite gialle. Le perdite gialle soprattutto se maleodoranti possono indicare un’infezione in corso.

  • Perdite rosate o marroni. Le perdite marroni o rosate meritano sempre un controllo ostetrico perchè possono esprimere la presenza di una minaccia di aborto.

  • Perdite di sangue rosso vivo. In caso di perdite di sangue è necessario recarsi al più vicino pronto soccorso ostetrico per valutare se la gravidanza è ancora in sede e vi è la presenza di un distacco.

Mammamather

ostetrica tascabile


Leggi anche


Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.

Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi.

  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita

Cosa aspetti fai subito la tua Lista nascita!



Comments


bottom of page