top of page

38 settimane di gravidanza, il feto pesa 3300 gr. Tappo mucoso contrazioni sono i segnali del parto

A 38 settimane di gravidanza, il feto è pronto per nascere, devi solo aspettare che arrivino i segnali del travaglio come perdita del tappo mucoso e le contrazioni.

Ricordati di preparare tutto il necessario prima di partorire di prenotare il tracciato cardiotocografico.

38 settimane di gravidanza quanti mesi sono?


Le settimane 38 di gravidanza iniziano alla 38 0 e si concludono alla 38 6 settimane.

Alla trentottesima settimana di gravidanza sei nel pieno del terzo trimestre e precisamente al nono mese di gravidanza.


A partire da questo momento dovrai tenerti pronta per il parto e le visite ostetriche saranno più frequenti.


Lunghezza e peso feto 38 settimane gravidanza


Il feto alla 38esima settimana di gravidanza è lungo 49,8 cm.

Il peso feto a 38 settimane è circa 3100 gr.

Le dimensioni fetali sono simili a una zucca.


38 settimane di gravidanza, il feto pesa 3300 gr. Tappo mucoso  contrazioni sono i segnali del parto

Misure feto 38 settimane gravidanza

minimo

medio

massimo

circonferenza cranica

311

332

358

circonferenza addominale

306

338

371

lunghezza femore

67

72

77

diametro biparietale

88

96

104


Trentottesima settimana di gravidanza crescita e sviluppo del feto


Alla trentottesima settimana gravidanza, sei al nono mese, la gestazione è a termine e il feto è pronto a venire alla luce.

Il peso del feto a 38 settimane è in linea generale di 3300 gr anche se un peso tra 2,7 kg e 3,6 kg è del tutto normale, in rapporto alla costituzione dei genitori.


I depositi di grasso che il feto ha accumulato gli consentiranno di non disperdere calore e andare in ipotermia dopo la nascita, infatti, la variazione di temperatura sarà notevole per lui che è abituato ai 37°C costanti del corpo della mamma


Il feto in gravidanza a 38 settimane ha tutti gli organi maturi e che funzionano perfettamente.


I polmoni del feto alla 38 settimana di gravidanza aspettano solo di esser attivati non appena il bambino sarà uscito dall' utero materno; essi producono surfactante polmonare per impedire agli alveoli polmonari di incollarsi tra loro quando inizierà la respirazione.


Il cervello del feto continuerà la sua maturazione per tutta l'infanzia e la giovinezza del neonato, al momento è in grado di regolare le principali funzioni vitali come respirazione, circolazione e digestione; con il tempo affinerà le sue attività.


A trentotto settimane di gravidanza i riflessi del feto sono completamente sviluppati: riesce ad aprire e chiudere gli occhi, a stringere i pugni, a reagire ai suoni, alla luce e all'oscurità.


I progressi del feto, settimana dopo settimana, sono stati veramente tanti e adesso il bebè è pronto per fare il suo ingresso alla vita; ciascuna parte del suo corpo si è formata, è cresciuta e ha sviluppato funzionalità in attesa del grande evento.


In questi ultimi giorni le sue variazioni riguardano essenzialmente la perdita della vernice caseosa (la sostanza biancastra che fino ad ora ha protetto la delicata pelle del bebè, la perdita della lanugine, i peli in tutto il corpo che lo tenevano al caldo.


Feto 38 settimana di gravidanza, immagine e foto
Feto 38 settimana

Posizione del feto a 38 settimana gravidanza


Anche se il termine della gravidanza è a 40 settimane, da questo momento il travaglio potrebbe iniziare in qualsiasi momento; gli eventi preparatori del parto coinvolgeranno sia mamma che bambino e insieme subiranno delle modificazioni per permettere la nascita.


Se il feto fosse in presentazione cefalica, la testolina potrebbe iniziare a scendere e a premere sul collo dell’utero.


La preparazione del feto alla nascita potrebbe farti provare una sensazione di spinta verso il basso e di pesantezza con necessità di far spesso la pipì. La pancia potrebbe essere bassa e questo ti consentirà di respirare meglio.

Se alla settimana 38 di gravidanza il feto è in presentazione podalica o trasversa, questo è il momento di pianificare con il tuo ginecologo il taglio cesareo.


Movimenti fetali 38 settimane


Lo spazio all' interno dell’utero è diminuito, infatti i movimenti del feto potrebbero ridursi.

In realtà il bambino si muove con vigore ma con meno frequenza; per verificare che stia andando tutto bene puoi fare il conteggio dei movimenti fetali.


È molto semplice, se in 1 ora conti 10 movimenti del feto di qualsiasi tipo: fruscii, calci e pugni, significa che è tutto fisiologico.

Partorire a 38 settimane


La mamma nel corso della trentottesima settimana gravidanza può iniziare ad avere delle modificazioni che la preparano al parto entrando nel periodo prodromico.


Il ventre materno ha fatto spazio ad un’altra vita in crescita e la pancia è diventata sempre più ingombrante, impedendo normali attività come allacciarsi le scarpe o prendere qualcosa da terra.


Alla 38 settimana la mamma potrebbe avvertire un senso generale di gonfiore, soprattutto a mani, faccia e labbra.

Secondo una credenza popolare la donna con le labbra e il viso gonfio è pronta a partorire, che il detto tradizionale è vero solo in parte; il gonfiore è del tutto normale a fine gravidanza ma non deve mai essere eccessivo e accompagnato da altri sintomi come proteinuria nelle urine, pressione alta e aumento improvviso di peso.


In questo caso il gonfiore è un segnale che qualcosa non sta funzionando bene nel corpo della mamma e vi è un rischio di gestosi.


Arrivati al nono mese di gravidanza ed in particolare alla 38 settimana la futura mamma deve solo attendere i segnali che il parto è vicino.


38 settimana di gravidanza sintomi travaglio

Per saperne di più: segnali che il parto è vicino


38 settimane di gravidanza contrazioni, perdite vaginali e fitte


In linea generale, fino a questo momento, le contrazioni sono state per lo più indolore, le cosiddette contrazioni di Braxton Hicks definite anche contrazioni senza dolore; le contrazioni preparto, invece, sono molto più intense e si presentano con una sensazione di pancia dura e mal di pancia.


Alcune donne durante le contrazioni iniziali possono avere qualche scarica di diarrea che se non protratta è del tutto fisiologica e originata dal massiccio rilascio di prostaglandine materne che stimolano l’inizio del travaglio.



Tra gli eventi che anticipano il parto a 38 settimane vi può essere un abbondante aumento delle perdite vaginali, fenomeno questo conosciuto con il nome di leucorrea o idrorrea, queste perdite indicano che le pareti vaginali si stanno lubrificando in vista del passaggio del feto nel canale da parto.


Totalmente diversa invece è la perdita del tappo mucoso che si presenta con la fuoriuscita di muco gelatinoso, biancastro o striato di sangue.


L' espulsione del tappo mucoso denota che il collo dell’utero ha subito delle modificazioni di lunghezza e consistenza, tutti eventi che rientrano nella fase prodromica del travaglio.


Nel caso in cui il parto spontaneo non sia possibile, ad esempio, perché il feto è in presentazione podalica tra la 38esima e la 39esima settimana sarai sottoposta ad un taglio cesareo programmato.


38 settimane di gravidanza sintomi mamma


Ecco alcuni sintomi, fastidi e malesseri che una mamma alla settimana 38 potrebbe avvertire.

  • Attività fetale diminuita (meno calci perchè il feto ha meno spazio);

  • Le perdite vaginali diventano più abbondanti con perdita di muco che può essere striato di sangue, o colorato di marrone o rosa. La perdita del tappo mucoso si verifica con più frequenza dopo un rapporto, dopo una visita vaginale o quando la cervice comincia a dilatarsi.;

  • Diarrea o feci liquide all'avvicinarsi del travaglio di parto;

  • respiro affannoso;

  • nausea e vomito (alcune mamme ne soffrono per tutti i nove mesi);

  • tensione e dolore alla pelvi o ai fianchi;

  • respirazione più facile dopo che il feto è sceso nella pelvi,

  • fitte occasionali all'inguine;

  • difficoltà a dormire;

  • difficoltà nel camminare;

  • fastidio e dolore nell' area delle natiche e della pelvi

  • crampi alle gambe soprattutto di notte;

  • contrazioni di Braxton Hicks più frequenti e più intense, alcune contrazioni possono essere dolorose;

  • Seno ingrossato con occasionali perdite di colostro dai capezzoli;

  • bruciore di stomaco, cattiva digestione, flatulenza e meteorismo intestinale;

  • mal di testa e capogiri occasionali (soprattutto se ti alzi di scatto o hai un calo di zuccheri);

  • prurito all’addome;

  • ombelico sporgente;

  • smagliature;

  • emorroidi;

  • gonfiore alle gambe, ai piedi, al viso, alle mani e alle caviglie;

  • vene varicose alle gambe o alla vulva;

  • grande affaticamento oppure molta energia (sindrome del nido) o entrambe le cose a periodi alterni.

  • aumento del mal di schiena e senso di pesantezza.

Come cambia corpo il materno durante la settimana 38 gravidanza


Il corpo materno si è modificato per far spazio e permettere al feto di crescere.

L' aumento di peso a settimane 38 di gravidanza non dovrebbe essere superiore ai 12 kg, sia per evitare complicanze gestazionali, come diabete e ipertensione, sia perché tra la pancia e i kg in più sarà molto più difficile muoversi.


Continua a seguire una dieta corretta, ricca di fibre, frutta e verdura, inoltre, fai delle passeggiate che serviranno sia sciogliere le tensioni, ma anche a stimolare l’inizio del travaglio.


Il seno materno diventa più voluminoso, le mammelle sono pronte all'allattamento e dopo il parto le ghiandole mammarie secerneranno delle ricchissime gocce di latte chiamate colostro, che nutriranno il neonato nelle prime ore di vita.


Durante le ultime settimane di gravidanza potresti avere la fuoriuscita di qualche goccia di colostro dai capezzoli.

Continua ad applicare con costanza la crema alla lanolina sul seno in modo da irrobustire i capezzoli per prevenire le ragadi al seno.

Come detto il parto alla 38 settimana potrebbe avvenire in qualsiasi momento, quindi, continua a preparare il perineo al passaggio della testa fetale.


Applica l’olio perineo (io ti consiglio quello weleda) ed esegui il massaggio perineale, aiuteranno insieme ad elasticizzare e nutrire il perineo in vista del parto.

Elasticizzare il perineo è di fondamentale importanza, può ridurre infatti il rischio di episiotomia in fase espulsiva del parto.

Per saperne di più: massaggio perineo.


Gravidanza che volge al termine, hai preparato tutto?


Come detto la gravidanza è al termine e potresti partorire a 38 settimane e in quelle a seguire. Assicurati di avere tutto pronto per il ricovero in ospedale.


Prepara la valigia con il necessario per mamma e bambino e tienila in un luogo facilmente accessibile, e ancora, tieni a portata di mano gli esami fatti durante la gravidanza, al momento del ricovero dovrai esibire tutta la documentazione insieme alla carta di identità e al codice fiscale.


Se hai scelto di fare la conservazione autologa del sangue cordonale munisciti di kit da portare in ospedale.


Ecografia 38 settimane


Nel corso della trentottesima settimana di gravidanza l’ecografia consente di misurare la quantità di liquido amniotico che, durante le ultime settimane di gestazione, potrebbe ridursi.

La placenta ha finito di crescere, perciò da adesso in poi è bene controllare che funzioni perfettamente attraverso un esame ecografico chiamato flussimetria.


L' ecografia alla settimana 38 di gravidanza approfondisce inoltre la corretta crescita del bambino e la sua posizione fetale.



38 settimana di gravidanza peso mamma e alimentazione


In queste ultime settimane evita le grandi abbuffate, ti potresti mettere in travaglio in qualsiasi momento e avere lo stomaco disturbato potrebbe causarti vomito e nausea.


L' aumento di peso materno in questo momento della gravidanza dovrebbe essere da 9 ai 12 kg.

Esami da fare


Gli ultimi esami da fare in gravidanza 38 settimana sono:

  • Peso e pressione arteriosa

  • Emocromo completo, se i livelli di emoglobina sono inferiori a 10,5 g/100 ml considerare la supplementazione con ferro, se appropriata.

  • Esame chimico fisico delle urine (per verificare la presenza di proteine) ed urinocoltura

  • Glicemia

  • Transaminasi (AST e ALT oppure GOT e GPT)

  • Esami della funzionalità renale

  • Ferritina

  • Rubeo test (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Screening toxoplasmosi (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Citomegalovirus IgG e IgM (se non si è immuni va ripetuto ogni mese)

  • Test di Coombs indiretto (nelle donne con Rh negativo va ripetuto ogni mese)

  • Tampone vaginale

  • Consulenza anestesiologica

  • Ecografia del terzo trimestre (eco accrescimento)

  • Elettrocardiogramma

  • Cardiotocografia

Controlli e visite mediche


Gli esami strumentali a cui sottoporsi a fine gravidanza sono i tracciati cardiotocografici che forniscono informazioni sul benessere fetale e sulla presenza di contrazioni uterine.


Concorda con la tua ostetrica o con la struttura dove si espleterà il parto le date in cui fare la cardiotocografia.

Sarebbe utile visitare l’ospedale o la casa da parto dove avverrà la nascita in modo da prendere confidenza con la struttura, con i sanitari, con i servizi offerti e i percorsi assistenziali.


Le strutture offrono diversi servizi di assistenza al parto come:

  • Il parto dolce umanizzato, in cui si rispetta la fisiologia della nascita senza intervenire con metodi farmacologici, sempre entro il benessere di mamma e feto. Al tal proposito potresti decidere di rifiutare l’episiotomia, in tal caso, dovrai firmare un foglio volontario di rifiuto all' episiotomia.

  • Parto in acqua: se vi sono le condizioni ostetriche si può decidere di fare il travaglio e partorire in vasca.

  • Analgesia peridurale garantita: in cui nel complesso parto vi sono degli anestesisti che garantiscono il servizio di parto indolore 24 ore su 24

  • Roaming-in: ossia il bambino rimane sempre con la mamma, alcuni ospedali sono dotati di cullette che sia agganciano al letto materno in modo da facilitare il legame madre figlio e l’allattamento.

Fai il corso preparto mamma mather


Il corso preparto si focalizza sulla preparazione alla nascita, comprese le scelte sul parto come:

Noi di Mamma Mather ne abbiamo scritto uno per te che risponde a tutte le domande che una futura mamma si fa prima di partorire e accompagnandola nel ritorno a casa.

Il libro è in offerta speciale per te sia in versione e book che in libro cartaceo.


MammaMather

ostetricia e ginecologia tascabile


Leggi anche


Se stai per avere un bambino fai anche tu Lista Nascita Amazon.

Con la Lista nascita Amazon potrai fare una lista delle cose ti servono per il tuo bambino e condividerla con amici e parenti in modo da ricevere il regalo di cui hai bisogno e che hai scelto tu. Non vi è alcun obbligo di acquisto ma solo vantaggi.

  • Ogni mese un nuovo regalo di benvenuto da Amazon

  • 10% spendendo almeno 400€ o un 15% quando spendi più di 800€ nella tua Lista di nascita

Cosa aspetti fai subito la tua Lista nascita!



.

Comentários


bottom of page